menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I test rapidi per identificare gli anticorpi anti Covid-19

I test rapidi per identificare gli anticorpi anti Covid-19

Coronavirus, il Comune compra i test rapidi per i cittadini

Il sindaco Lombardi avvia una campagna di screening della popolazione più a rischio di contagio

L'amministrazione comunale di Calvi Risorta acquista i test rapidi per l'identificazione degli anticorpi anti Covid-19. A renderlo noto è stato il sindaco Giovanni Lombardi che entusiasta ha affermato: "Nelle vesti di autorità sanitaria locale e di medico, ritengo opportuno intraprendere una campagna di screening della popolazione più a rischio di contagio. L’obiettivo è quello di tutelare quanto più possibile la cittadinanza ed, in generale, la pubblica incolumità". 

A tale scopo, sono state identificate le categorie che saranno sottoposte a screening: tutti i pazienti segnalati dai medici e pediatri di base presenti sul territorio caleno; gli operatori sanitari; i residenti rientrati da altre regioni da non oltre 21 giorni dalla richiesta del test; i volontari della Protezione civile; gli agenti della polizia municipale; il personale operante negli uffici e nei servizi aperti al pubblico; i gestori e gli impiegati negli esercizi commerciali aperti al pubblico; i dipendenti dei pubblici uffici; le forze dell’ordine operanti nel territorio regionale; i lavoratori impiegati in aziende attualmente attive nel cicli di produzione (ivi compresi gli autotrasportatori); i non residenti appartenenti alle suddette categorie che prestano servizio sul territorio comunale di Calvi Risorta.

"Tutti quelli che rientrano in tali categorie ed intendono eseguire lo screening, dovranno prenotarsi contattando l’assistente sociale dottoressa Federica Cipriano al numero 0823651222 e poi digitare il numero 9 oppure possono inviare la mail di richiesta prenotazione (all’indirizzo fede.cipriano@virgilio.it) - ha spiegato il sindaco Lombardi - I cittadini che avranno fatto richiesta saranno contattati e, nel giro di qualche giorno, un medico, accompagnato da un infermiere, si recherà presso il domicilio del richiedente per l’esecuzione del test. Inoltre se ci sono medici e infermieri disponibili, a titolo di volontariato, a somministrare test, possono manifestare la propria disponibilità inviando una pec al protocollo del Comune".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento