Plasma contro il Covid, si muove anche l’Asl di Caserta: “Donate”

Al centro trasfusionale è iniziata la selezione dei donatori. Ecco chi può partecipare

Sacche di plasma iperimmune impiegate per trattare i pazienti colpiti dal Covid-19. E' la terapia che più di altre sta suscitando aspettative e speranze. La terapia con il plasma, già utilizzata per Ebola e Sars, è un’immunoterapia passiva che permette di somministrare a pazienti positivi al Covid-19 il plasma prelevato da pazienti guariti dall’infezione: un plasma iperimmune, ricco, cioè, di anticorpi specifici, utili a neutralizzare il virus e a ridurre la sua carica virale. Su questo fronte si è mossa anche l'Asl di Caserta: presso il centro trasfusionale è iniziata infatti la selezione dei donatori di plasma guariti dal Covid-19.

Possono aderire al programma di donazione le persone fra i 18 e i 65 anni, che hanno già manifestato i sintomi correlati alla malattia (febbre, difficoltà respiratorie, perdita di gusto e olfatto, faringite etc.), risultate positive al Covid-19 (tampone positivo) e che siano poi guarite da almeno 14 giorni con il secondo tampone nasofaringeo negativo. Inoltre non devono avere gravidanze o aborti in passato o in atto e devono essere idonei alla donazione secondo i consueti criteri. Per manifestare la propria adesione bisognerà inviare un messaggio in privato alla pagina facebook del centro trasfusionale dell'Asl di Caserta.

"Per effettuare una donazione di plasma bisogna attenersi ad un percorso ben definito emanato dal Centro Nazionale Sangue per il rispetto della salute dei pazienti e dei donatori - spiegano in una nota i medici del centro trasfusionale dell'Asl - Per tale motivo al momento è necessario valutare attentamente l’idoneità del donatore convalescente con una visita medica ed un prelievo di controllo. Solo successivamente, se idonei, è possibile effettuare una donazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellato il dj Joseph Capriati: il padre arrestato per tentato omicidio

  • Un casertano 'firma' la nuova stazione della metro di New York

  • Joseph Capriati operato in ospedale. Ricostruita la lite in casa col padre

  • Caserta in ansia per Joseph Capriati, il dj più famoso da Ibiza agli Usa

  • Scuole chiuse, altri 3 sindaci firmano l'ordinanza di proroga

  • Muore improvvisamente ed i carabinieri scoprono la casa a luci rosse

Torna su
CasertaNews è in caricamento