Il grande cuore dei casertani: arriva il 'tampone sospeso'

L'iniziativa lanciata da Don Stefano Giaquinto della parrocchia di San Michele Arcangelo di Casagiove

Dal caffè sospeso al tampone sospeso è un attimo, ci passa di mezzo solamente questo difficilissimo periodo storico caratterizzato da questo maledetto virus. Il tampone 'sospeso' è una iniziativa già adottata in alcuni Comuni della provincia di Napoli e ora arriva anche in provincia di Caserta. Come spesso accade chi arriva prima a pensare a queste iniziative di solidarietà sono le chiese e quelle persone che dedicano la loro vita al prossimo. 

E così è stato anche a Casagiove dove Don Stefano Giaquinto ha lanciato l'iniziativa per "aiutare quelle famiglie che non possono permetterselo". Il parroco dice che "non avremmo mai pensato di doverci inventare il tampone sospeso. Un anno fa ci saremmo messi sonoramente a ridere. Eppure, di questi tempi, specie nel mezzo della cosiddetta seconda ondata, molte persone faticano a fare l’ormai ben noto tampone in tempi rapidi. E così chi deve ricorrere alla sanità privata o ad altro deve sostenere una spesa che a volte pesa sui bilanci (striminziti) di questi mesi. Ecco perché abbiamo pensato a una iniziativa speciale che nasce con l’intento di “regalare” un tampone a chi purtroppo non può permetterselo. Attraverso libere donazioni alla Parrocchia di San Michele Arcangelo, è possibile dare il proprio contributo per alimentare un fondo che sarà destinato alle persone che hanno bisogno di sottoporsi ai tamponi e che per svariati motivi non possono rientrare nel circuito Asl né tantomeno possono permettersi di pagarlo privatamente. Un progetto a favore degli ultimi, gli anziani, i poveri, i senza fissa dimora, affinché la sanità sia davvero accessibile a tutti e non diventi un privilegio per pochi. La nostra città sia un esempio per tutti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nel casertano un salvadanaio da 2,4 milioni di euro depositati alle Poste

  • Ex carabiniere si lancia con l'auto contro la caserma: fermato

  • Oltre 900 nuovi casi e 3 vittime del Covid. Aumenta percentuale positivi

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • Morti altri 8 pazienti ricoverati col Covid: 589 nuovi positivi nel casertano

Torna su
CasertaNews è in caricamento