rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Attualità Francolise

Il sindaco non riapre le scuole con il 'trucco'

Tessitore: "Attendo l'ufficializzazione della decisione del Tar". E il ritorno in classe slitta di 48 ore

Un aumento dei contagi in 20 giorni che passa da 3 positivi a 100, il tutto durante il periodo natalizio e quando le scuole sono chiuse. Un'ordinanza regionale sospesa dal Tar Campania che non sarebbe ancora efficace per cui il ritorno a scuola deve slittare. Lo afferma il sindaco di Francolise, Gaetano Tessitore, che ieri, lunedì sera, così ha spiegato i motivi della sua decisione: le scuole non riaprono. In realtà l'ordinanza del Tar è nota a tutti e la sospensiva è immediata.

"Carissimi concittadini buonasera. Purtroppo il nuovo anno è iniziato, ma niente di nuovo sotto il cielo. Il momento è difficile e ci impone decisioni idonee e necessarie per superarlo. Il contagio si propaga con una violenza addirittura sorprendente, interessando anche chi ha effettuato la terza dose del vaccino. Nonostante questo il rimedio è: vaccinarsi, vaccinarsi e vaccinarsi. Il nostro piccolo comune è passato nel giro di 20 giorni, da 3 positivi a più di 100. Dato che coincide con le vacanze natalizie. Scuole chiuse.  Era solo una riflessione: Se nella vita quotidiana continuiamo a sottovalutare il problema, potremo chiudere tutte le scuole che vogliamo, non fermeremo il contagio. Certamente il rientro a scuola, con una  situazione  notevolmente peggiorata, rendeva obbligatoria una riflessione, non solo, ma anche azioni concrete. Pochi giorni fa ho pubblicato un'ordinanza sindacale restrittiva che anticipava un pò quello che poi ha deliberato il governo. Quindi in questa situazione, bene ha fatto il Governatore De Luca, che tra le altre, ha ordinato la chiusura della scuola in presenza, e il ritorno in DAD, per le scuole dell'infanzia e della primaria di primo e secondo grado ritenendo che la salute dei nostri figli sia al primo posto. Dai Giornali abbiamo appreso che il Tar Campania ha sospeso tale ordinanza, ma la sentenza non ancora è stata pubblicata, e quindi ancora non ha efficacia.  Resta valida l'ordinanza del Governatore che ordina la chiusura in presenza delle suddette scuole, e il ripristino della DAD. Questo almeno fino a Giovedì prossimo, o  finché non ci verrà comunicata ufficialmente la sospensiva del TAR.Tutto questo in piena sintonia con il Dirigente Scolastico e il Consiglio d'istituto", questo il messaggio.

La quinta sezione del Tar Campania, presieduta da Maria Abruzzese, ha concesso la sospensiva immediata dell'ordinanza firmata dal presidente Vincenzo De Luca per cui da oggi le scuole hanno riaperto, salvo decisioni prese dai sindaci. Alcuni per motivi legati la lavori di manutenzione in corso hanno fatto slittare la ripresa, altri hanno sospeso la mensa scolastica altri ancora hanno riaperto i cancelli. Insomma la campanella è suonata in molti istituti. Tessitore invece ha deciso che a Francolise non si dovesse tornare a scuola slittando di due giorni la riapertura in attesa dell'ufficialità del provvedimento del Tar è che noto a tutti. La sua per molti sembra una 'forzatura'. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco non riapre le scuole con il 'trucco'

CasertaNews è in caricamento