Rifiuti dei positivi 'Covid', variante all'appalto con la Tekra

Lunedì 23 novembre partirà il servizio, l'assessore Caterino: "Risultato importante"

L'assessore del Comune di Aversa, Elena Caterino

Un nuovo servizio aggiuntivo "obbligatorio" per la Tekra nella raccolta dei rifiuti nella città di Aversa: la società da poco subentrata alla Senesi dovrà necessariamente provvedere anche al servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti prodotti da soggetti positivi al Covid-19. E' questa in sostanza la novità della delibera di giunta richiesta dall'assessore Elena Caterino che è stata approvata all'unanimità. 

L'Istituto Superiore di Sanità infatti impone che tutti i rifiuti provenienti da locali e luoghi in cui alloggiano persone risultate positive debbano essere "classificati come rifiuti urbani indifferenziati" e "dovranno essere gestiti separatamente dagli altri rifiuti urbani, in maniera indifferenziata". Questi rifiuti dovranno essere trasportati e conferiti direttamente per essere sottoposti a immediata termovalorizzazione senza alcun trattamento preliminare presso il termovalorizzatore di Acerra. 

"Lunedì partirà il nuovo servizio di raccolta Covid rimodulato - dice l'assessore Caterino -. Ai pazienti saranno fornite tutte le informazioni e avvisati per il servizio di raccolta dei rifiuti speciali. Si tratta di un importante provvedimento e di un ulteriore importante risultato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Pasticcio zona rossa in Campania, oggi arriva la nuova classificazione

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

  • Il sindaco non ha più la maggioranza: bilancio bocciato. Dopo 18 mesi finisce l'era Golia

Torna su
CasertaNews è in caricamento