"Servono più posti letto e personale, abbiamo 50 infermieri vincitori di concorso"

La richiesta della Uil Fpl al direttore generale dell'Asl di Caserta

"Servono più posti letto, sicurezza e personale. Urgente un tavolo di concertazione". Questo chiede la segreteria territoriale della Uil-Fpl attraverso una nota indirizzata al direttore generale dell'Asl di Caserta, Ferdinando Russo, che porta la firma del Segretario Territoriale Medici, Piperno; del Segretario Territoriale Sanità, De Lucia e del Segretario Generale, Vitale.

La sigla sindacale "nell'intento di dare un fattivo contributo per la funzionalità dei servizi sanitari dell'Asl di Caserta", torna sull'argomento della sicurezza per pazienti e operatori poiché "come le risulterà l'accoglienza di positivi al covid-19 sta avvenendo in buona misura nei pronto soccorso ospedalieri. Lo stazionamento di questi pazienti nei pronto soccorso per mancanza di posti letto nelle strutture dedicate determina una condizione di estrema pericolosità per i pazienti dal punto di vista assistenziale e per gli operatori sanitari esposti al contagio, nonché una grande difficoltà nell'erogare le prestazioni ai pazienti non covid".

La Uil-Fpl, attraverso i propri rappresentanti, fa notare inoltre che "le ambulanze, costrette a stazionare oltremisura nei pronti soccorso e nell'unico punto di sanificazione, diventano indisponibili per le richieste di soccorso da parte dei cittadini, che sono costretti ad attese di diverse ore per un intervento d'emergenza. Il forte aumento di posti letto annunciato non sembra al momento effettivamente realizzato e ne risente in maniera drammatica, come detto, l'assistenza ai pazienti covid e la funzionalità dei pronti soccorsi".

La Uil Fpl di Caserta auspica, pertanto, che "al più presto i posti dichiarati siano resi effettivamente disponibili, in modo da ridurre al minimo gli accessi dei pazienti covid ai Pronto Soccorso. Contemporaneamente, dato il numero di casi in continuo aumento, sarebbe opportuno potenziare il numero di ambulanze da dedicare ad interventi covid-19 per rispondere tempestivamente alle reali richieste di soccorso dei cittadini. Sul fronte del personale si chiede l'attivazione immediata dei tavoli bilaterali, comparto e dirigenza, concordati negli ultimi confronti sindacali. Si potrà così stabilire l'esatto fabbisogno d'organico sia nelle strutture ospedaliere sia in quelle territoriali e impostare un piano assunzionale straordinario capace di colmare tutte le carenze e rispondere ai bisogni assistenziali sia dei pazienti covid sia di quelli non covid".

E quindi nell'immediato si chiede di "immettere celermente in servizio le 50 unità risultate vincitrici dell'avviso pubblico per infermieri, unitamente al rientro presso le strutture covid di tutto il personale all'uopo assunto precedentemente, onde permettere al restante personale di svolgere al meglio l'attività assistenziale nei confronti di tutti gli altri pazienti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nel casertano un salvadanaio da 2,4 milioni di euro depositati alle Poste

  • Ex carabiniere si lancia con l'auto contro la caserma: fermato

  • Oltre 900 nuovi casi e 3 vittime del Covid. Aumenta percentuale positivi

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • Morti altri 8 pazienti ricoverati col Covid: 589 nuovi positivi nel casertano

Torna su
CasertaNews è in caricamento