"Fateci riaprire la nostra ludoteca, c'è bisogno di sostegni a fondo perduto"

Anna Caccavo, titolare di 'Fuori di Festa' a Caserta lancia l'allarme: "Non sappiamo nulla del futuro, ci vuole chiarezza e la presenza dello Stato"

Anna Caccavo, titolare della ludoteca 'Fuori di Festa' di Caserta

Anna Caccavo è la titolare della ludoteca 'Fuori di Festa' a Caserta. Ad oggi non sa ancora quando potrà riaprire la propria attività. Così come non sa ancora come dovrà affrontare la riapertura, perché (come successo anche con le palestre) il premier Conte non ha neanche minimamente menzionato questi spazi dedicati ai più piccoli. "Siamo pronti a far rispettare tutti i protocolli di sicurezza ma ci devono dire come e quando sarà possibile la riapertura - dice Anna Caccavo - perché ad oggi sappiamo solamente quali costi sostenere per mettere in sicurezza gli spazi ma dal Governo non ci hanno praticamente nemmeno preso in considerazione. Ci vorranno migliaia di euro solamente per riaprire tra disinfezioni, acquisto di gel disinfettanti, mascherine e altro e saremo anche costretti a ridurre gli ingressi alla ludoteca, visto che più di un tot di bambini insieme non possono stare".

E quindi la richiesta allo Stato di "garantire qualche sostegno a fondo perduto, non possiamo richiedere oggi un finanziamento per ritrovarci magari ulteriormente penalizzati con qualche anno e con il peso delle continue rate da pagare. Servono dei contributi in questo periodo di emergenza perché non possiamo pensare di far morire migliaia di ludoteche in tutta Italia, lasciando i nostri bambini abbandonati a sé stessi e senza quei pochi momenti di svago e di divertimento che offre la società di oggi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dalla Regione arriva un pìccolo spiraglio dal consigliere regionale Giovanni Chianese: "Stiamo lavorando per concedere anche alle centinaia di associazioni della Regione Campania dei contributi per far sì che continuino a vivere dopo questa pandemia e per garantire un futuro alle loro attività". Per le prossime settimane in risposta alle varie richieste di 'aiuto' giunte in Regione da parte di associazioni che "stanno vivendo una profonda crisi e che non riusciranno a resistere senza un valido sostegno da parte dello Stato e del consiglio regionale. Non possiamo permetterci di dimenticare nessuno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SPECIALE REGIONALI E' ufficiale: Grimaldi eletto. Nel nuovo consiglio regionale ben 5 uscenti

  • SPECIALE MARCIANISE Abbate sfiora i 9mila voti, Velardi a contatto. Alessandro Tartaglione all11%

  • SPECIALE MARCIANISE Moretta super con 1164 preferenze: cinque donne tra i candidati più votati

  • Maresciallo dei carabinieri investito e ucciso mentre fa jogging: arrestato 21enne

  • SPECIALE SANTA MARIA A VICO Tutti i voti e i nuovi consiglieri comunali

  • I contagi aumentano ancora. Caserta supera Aversa: è la città con più positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento