menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I ragazzi della movida decidono di stare in strada e non accalcarsi nei locali

I ragazzi della movida decidono di stare in strada e non accalcarsi nei locali

Coronavirus, meno gente nei locali dopo le ‘minacce’ del governatore

Tuttavia la movida, seppur meno 'accalcata' nei bar e nei pub, decide comunque di scendere per le strade del centro

Le 'minacce' del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, che ricordiamo ha inoltrato una nota ai prefetti chiedendo maggiori controlli e soprattutto ha annunciato pene severissime per bar e pub in cui non vengono rispettate le misure di prevenzione da coronavirus (compresa la distanza interpersonale di un metro), hanno sortito un'effetto immediato sulla movida di Terra di Lavoro.

Tuttavia se nei locali di Caserta e provincia si è registrato un minor afflusso di persone, lo stesso discorso non ha trovato riscontro per quanto riguarda le vie del centro, che soprattutto a Caserta (in particolar modo in via Vico e in via Ferrante) e ad Aversa hanno visto l'afflusso di moltissimi ragazzi. 

Insomma le raccomandazioni che da giorni le autorità, i virologi, i medici e gli esperti, tutti concordi, continuano a fare per cercare di limitare il contagio da coronavirus (che ha già raggiunto oltre 5mila persone in Italia) continuano ad essere ignorate: chiudono cinema, teatri, musei, concerti, discoteche e "luoghi di assembramento" a causa dell'emergenza coronavirus, ma la movida casertana, seppur meno 'accalcata' nei locali, decide comunque di scendere in strada per trascorrere ore tra chiacchierate con amici e cocktail in buona compagnia.

Intanto sul fronte delle attività produttive, l'emergenza coronavirus sta incidendo e non poco sulle sorti degli imprenditori di Terra di Lavoro che si ritrovano ad affrontare ultimamente una crisi senza precedenti. Diversi titolari dei locali nelle vie del centro a Caserta hanno, per tali motivi, dimezzato i turni di lavoro ai dipendenti; addirittura alcuni titolari starebbero pensando di chiudere fino alla fine dell'emergenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    La Campania torna ‘arancione’: ecco cosa cambia da lunedì

  • Cronaca

    Positivo consigliere comunale: chiuso il Comune

  • Cronaca

    Tragedia nella frazione: 40enne trovata morta in casa

  • Cronaca

    Blitz nell'officina abusiva, scattano sequestro e multa

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento