Coronavirus, Barresi scrive a De Luca e Branco: "Riaprite l'ospedale Palasciano"

Una proposta per aprire il nosocomio all'utenza dei normo degenti di altre strutture ospedaliere e per liberare numerose stanze e posti letto di altri ospedali da utilizzare per la Terapia Intensiva a favore degli ammalati di Covid-19

L’avvocato Roberto Barresi

L’avvocato Roberto Barresi, già candidato sindaco alle ultime elezioni comunali a Capua, ha scritto ed inviato una nota al ministro della Salute Roberto Speranza, al presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, al direttore generale dell’Asl Caserta Ferdinando Russo ed al sindaco di Capua Luca Branco, chiedendo la riapertura dell’ospedale Palasciano, al fine di fronteggiare l’emergenza coronavirus.

Tutti gli aggiornamenti sul coronavirus in provincia di Caserta

"Tale struttura, poco prima della chiusura, è stata oggetto di rilevanti lavori di sistemazione di ambulatori medici, sale operatorie, camere e medicherie - spiega Barresi - Disponendo di numerose stanze e posti letto potrebbe essere già praticamente utilizzabile, per essere destinata, sia pur temporaneamente, all’utenza dei normo degenti di altre strutture ospedaliere. In tal modo, si libererebbero numerose stanze e posti letto di altri ospedali, da utilizzare a loro volta per la Terapia Intensiva e/o ogni altra attività da svolgersi a favore di lungo degenti, ammalati di coronavirus. Ciò anche alla luce dei recenti incontri, convocati De Luca, con i responsabili della sanità campana, nel corso dei quali è stata verificata la disponibilità di posti letto nei reparti di terapia intensiva ordinaria al netto delle esigenze di cura dei pazienti campani e tenendo conto ovviamente che bisogna sempre valutare la possibile evoluzione del problema coronavirus".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Vanno naturalmente evitati disagi al normale funzionamento del Consultorio, il Cup, il Centro vaccini e di altri uffici, operanti presso detta struttura, nonché ai cittadini utenti ed anche perché - ha precisato Barresi - l’ospedale Palasciano non può ospitare degenti in terapia intensiva, specie quelli affetti da coronavirus, poiché gli stessi vanno necessariamente curati in strutture organizzate, con attrezzature idonee e con reparti specialistici di alta qualità. è evidente che, se accolta dagli organi in parola, tale proposta costituirebbe un’occasione di recupero della dignità, dell’immagine e della tradizione sanitaria capuana, attualmente trascurata e rimpianta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore il medico Daniele Ferrucci

  • Picchia il vicino due volte in mezza giornata: arrestato 45enne

  • L'ombra dei servizi segreti all'incontro tra Zagaria e l'ex capo del Dap

  • Camorra a Caserta, la moglie del boss comanda durante la detenzione: 7 arresti

  • Camorra a Caserta, accuse via social per prendere il potere: "Infame, te la fai con le guardie"

  • Ragazza muore ad appena 26 anni: gli amici sotto choc

Torna su
CasertaNews è in caricamento