rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Attualità Santa Maria a Vico

Coronavirus, i 13 punti dei sindaci della Valle di Suessola per evitare il contagio

Stilata un'informativa contenente una serie di precauzioni da adottare per 'allontanare' il Covid-19

I sindaci della Valle di Suessola si sono riuniti presso il Comune di Santa Maria a Vico e hanno predisposto un'informativa contenente una serie di precauzioni da adottare per evitare il contagio da Coronavirus.

"La diffusione della sindrome influenzale Covid-19 richiede la messa in atto di misure di massima precauzione e la diffusione capillare delle corrette informazioni sulla situazione emergenziale e sulle norme di comportamento da tenere per evitare la diffusione del virus. Non bisogna farsi prendere dal panico ma utilizzare tutte le misure precauzionali del caso. L'Istituto Superiore di Sanità ed il Ministero della Sanità hanno emanato un opuscolo informativo ed individuato precise regole comportamentali", sottolineano i sindaci Davide Guida (Arienzo), Giovanni Ferrara (San Felice a Cancello), Andrea Pirozzi (Santa Maria a Vico) e Gennaro Piscitelli (Cervino).

Queste le prescrizioni dei 4 sindaci. "Per tutti i soggetti asintomatici si raccomanda di utilizzare le seguenti misure igieniche per le malattie a diffusione respiratoria sottoriportate: lavarsi spesso le mani a tal proposito si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie, e altri luoghi di aggregazione soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani; evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute; non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani; coprirsi bocca e naso se starnutisci o tossisci; non prendere farmaci antivirali né antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico; pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol; usare la mascherina solo se sospetti di essere malato o assisti persone malate; i prodotti made in China e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi; contattare il numero verde 1500 se hai febbre o tosse e sei tornato dalla Cina da meno di 14 giorni; gli animali da compagnia non diffondono il nuovo coronavirus; qualora non necessario evitare luoghi chiusi e di aggregazione; recarsi nelle Regioni in cui sono stati individuati casi di persone affette dal coronavirus solo se strettamente necessario ed utilizzare i dispositivi di protezione individuale; in caso di dubbio sul tuo stato di salute contatta il medico di base".

E poi ancora: "Se sei tornato dalla Cina o dai comuni di Codogno, Castiglione d'Adda, Casalpusterlengo, Fombio, Maleo, Somaglia, Bertonico, Terranova dei Passerini, Castelgerundo, San Fiorano e Vo' Euganeo informa telefonicamente il comando di polizia municipale del tuo Comune e/o contatta il numero verde 1500 nazionale e/o il numero verde regionale 800909699 per maggiori informazioni. Per evitare la diffusione del contagio chi ha sintomi influenzali o problemi respiratori e proviene dalle aree sopra elencate è invitato a non recarsi al Pronto soccorso, ma a rivolgersi al 112".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, i 13 punti dei sindaci della Valle di Suessola per evitare il contagio

CasertaNews è in caricamento