Attualità

Piano economico, le imprese: "Bene interventi Regione". Gli avversari: "Solo propaganda"

Le reazioni variegate al programma di interventi per aiutare le famiglie e le attività in crisi per il coronavirus

Il maxi piano economico della Regione Campania, presentato oggi dal governatore Vincenzo De Luca e dedicato a imprese, lavoratori autonomi e professionisti per fronteggiare l'emergenza coronavirus, ha scatenato una reazioni variegate, tra il plauso delle imprese e qualche perplessità dagli avversari politici. 

Cinque milioni per i Consorzi Asi

"E’ arrivata una risposta chiara e immediata per supportare le imprese durante e dopo la crisi determinata da questa emergenza - ha dichiarato la presidente del Consorzio Asi Caserta, Raffaela Pignetti - Avevamo chiesto congiuntamente agli altri Consorzi un sostegno concreto, certi che la Regione si sarebbe mostrata sensibile e attenta. Grazie al presidente Vincenzo De Luca e all’assessore Antonio Marchiello per aver accolto la nostra richiesta, ponendosi al fianco dei Consorzi e sottolineandone la valenza nel loro ruolo di tutela delle attività produttive e del tessuto imprenditoriale campani".

I fondi per l'agricoltura

"Apprendiamo con vivo piacere che nei contenuti si sia pensato di intervenire anche in soccorso del settore agricolo e della pesca, con misure per complessivi 79 milioni di euro, parte dei quali dedicati ai comparti florovivaistico e bufalino, particolarmente colpiti dalla crisi - dichiara il presidente di Confagricoltura Campania, Fabrizio Marzano - E' auspicabile inoltre che si possa procedere celermente come scritto nel Piano, in modo da poter meglio preparare le imprese agricole ad interventi più organici che non potranno non riguardare tutti i singoli comparti in una auspicabile ottica di coordinamento da parte della Commissione Ue, come la nostra organizzazione sostiene sin dall'inizio della crisi indotta dall'epidemia di Covid-19".

Zinzi: "Bene piano ma certezze su tempi brevi"

"Un piano sulla carta vasto e che presenta alcuni buoni spunti, ma anche delle mancanze - fa sapere il consigliere regionale Gianpiero Zinzi - Apprezziamo la menzione ai disabili e alle famiglie con bambini affetti da disturbi dello spettro autistico, attendiamo però di conoscere - per queste categorie come per le altre - le linee guida per l’erogazione dei fondi e soprattutto i tempi. De Luca venga in Aula a presentare il suo programma di interventi, per illustrare anche quei particolari che in una diretta facebook a volte vengono dimenticati, in modo da permetterci di migliorarlo e di trovare insieme le risorse soprattutto nelle maglie del bilancio regionale. Così com’è stato concepito, infatti, questo piano di aiuti impoverisce i cittadini di contributi invece necessari per i servizi essenziali. Si faccia, ma presto e bene". 

Grimaldi: "Solita propaganda di De Luca"

"Anche nelle risposte economiche per la emergenza Coronavirus De Luca mette in campo la propaganda, il solito salernocentrismo e l’antica tentazione delle clientele? Non può funzionare così". Così Massimo Grimaldi, consigliere regionale e vice coordinatore  di Forza Italia in Campania. "Nel piano regionale - dice Grimaldi - ci sarebbero circa 270 milioni per il comparto socio assistenziale sanitario, per la parte del ‘sussidio alimentare’ non sono indicati criteri ma sostegno diretto a singole realtà. Il piano, di fatto, privilegia alcune realtà e non altre. L’idea, ad esempio, di acquistare prodotti agroalimentari campani da destinare alla ‘sola’ esperienza del ‘banco alimentare’ favorisce alcuni e penalizza altri. Non si può finanziare una realtà che è più forte nel salernitano e penalizzarle altre, più presenti in altre province e nel casertano in particolare. Servono criteri e non regali elettorali, non è questo il modo per garantire uguali diritti alle fasce deboli".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano economico, le imprese: "Bene interventi Regione". Gli avversari: "Solo propaganda"

CasertaNews è in caricamento