Ordinanza del sindaco: "Test rapidi anche a chi arriva da Roccamonfina"

D'Andrea estende gli obblighi previsti per i vacanzieri anche per chi arriva dal comune casertano. Polemica a distanza: "Meglio un provvedimento del genere che fare i tamponi"

Dino D'Andrea e Carlo Montefusco

Polemica a distanza tra i comuni di Teano e Roccamonfina. Il sindaco Dino D'Andrea ha esteso gli obblighi previsti per chi rientra dalle vacanze, all'estero o in Sardegna, anche per quei cittadini che si recano a Teano da Roccamonfina. 

In pratica, secondo quanto si legge nell'ordinanza di D'Andrea, "tutti i cittadini provenienti dal comune di Roccamonfina nonché tutti i soggetti che facciano rientro da vacanze all'estero" sono invitati "a registrare la loro presenza sul territorio del Comune di Teano presso il comando di polizia municipale allo scopo di essere sottoposti al test rapido".

Un provvedimento che ha scatenato non poche polemiche con l'amministrazione roccana guidata dal sindaco Carlo Montefusco che, attraverso la pagina di Primavera Roccana, non le manda a dire al collega D'Andrea. Dopo i primi contagi "il Comune di Roccamonfina immediatamente fa scattare una seria indagine epidemiologica di massa con centinaia e centinaia di tamponi effettuati dall'Asl. Il comune di Teano un numero limitato. Ovviamente più tamponi si effettuano, più positivi si trovano. Ma la furbizia, per salvare la faccia dall’evidente differenza di operato, detta che è meglio fare un’ordinanza che preveda test a tutti i Roccani che arrivino a Teano". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Pasticcio zona rossa in Campania, oggi arriva la nuova classificazione

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

  • Il sindaco non ha più la maggioranza: bilancio bocciato. Dopo 18 mesi finisce l'era Golia

Torna su
CasertaNews è in caricamento