Le date della ripresa della scuola: "Asili e prime elementari in classe dal 24 novembre"

De Luca firma l'ordinanza. Dal 30 riprenderanno le lezioni anche per le altre classi della primaria e per le prime medie

Dal 24 novembre tornano in classe i bambini dell'asilo e delle prime elementari. Lo ha disposto il governatore Vincenzo De Luca che nella serata di domenica ha firmato l'ordinanza numero 90 con la quale è stata disposta la proroga della sospensione delle attività didattiche in classe per tutte le scuole e la graduale ripresa della scuola anche in Campania. 

Secondo quanto disposto da De Luca dal 16 al 23 novembre restano sospese le lezioni in presenza (si continuerà con quelle da remoto) per tutte le scuole di ogni ordine e grado dall'infanzia alle superiori. I primi a rientrare a scuola, il 24 novembre, saranno i bambini dell'asilo e delle prime elementari per i quali, a partire dal 16 novembre, è in programma uno screening, su base volontaria, a cui potranno partecipare i piccoli alunni, i familiari conviventi, il personale scolastico impegnato dai primi rientri a scuola. 

Il rientro in classe per gli altri bambini delle elementari (dalle seconde alle quinte) e per quelli delle prime medie è fissato per il 30 novembre. A partire dal 24 novembre anche per loro partirà uno screening dedicato. Alla base della decisione "la situazione (del contagio nda) ad oggi relativa alle fasce di età scolare – che, a fronte di alcuni segnali di primo contenimento nella curva epidemica riguardante la fascia di età dei bambini delle scuole materne e primarie, più recentemente fa rilevare nuovamente un incremento, seppur lieve, della diffusione del virus - l’Unità di Crisi ritiene valutabile esclusivamente l’apertura graduale della scuola dell’infanzia e della prima classe della scuola primaria, purchè si attivino azioni preventive di screening dei relativi contesti, rivolte in particolare al personale docente e non docente interessato ed ai bambini, con contestuale monitoraggio e valutazione dell’andamento della curva epidemiologica. Tale monitoraggio, i cui dati sono decisivi per una riapertura completa, appare necessario per valutare l’andamento di questa nuova ripresa. Inoltre, l’applicazione della nuova Ordinanza del Ministro della Salute del 14 Novembre 2020 potrà comportare, per effetto delle nuove misure di prevenzione e contenimento della mobilità e delle occasioni di socialità, un ulteriore miglioramento della situazione epidemiologica. Solo dopo il concreto avvio di tali misure per un periodo di almeno una settimana e all’esito delle attività di screening, monitoraggio e valutazione - e quindi non prima del 24 novembre 2020 -  si ritiene che le attività della scuola dell’infanzia e della prima classe della scuola primaria potranno riprendere in presenza".

Nella stessa ordinanza De Luca ha confermato la sospensione di centri culturali, centri sociali e centri ricreativi, ivi comprese quelle concernenti le lezioni o l’attività formativa agli associati o iscritti (ad es., corsi di lingua straniera, di recitazione, di canto, danza, musica)". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

Torna su
CasertaNews è in caricamento