menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, operaio casertano bloccato in Marocco con altri 4 colleghi

Sui voli di linea non ci sono più posti disponibili: chiesto l'intervento della Farnesina

Cinque operai di una ditta di Frosinone, tra i quali anche un cittadino di Caserta, sono bloccati in Marocco e rischiano di non poter far rientro in italia almeno per un altro mese. Quello che riporta FrosinoneToday  ha dell'assurdo perché sui voli di linea non ci sono più posti e la Farnesina, al momento, non avrebbe indicato soluzioni alternative. Il ritorno in patria di decine di 'emigranti' italiani che in Marocco lavorano per conto della Peugeot ed altre società dell'indotto automobilistico, si sta rivelando un vero e proprio incubo. 

A rendere nota la paradossale situazione che sono costretti a patire i cinque ragazzi, è la madre di uno loro. "Da giorni stanno cercando di tornare in Italia ma senza esito. Non ci sono voli disponibili e soprattutto dalla Farnesina c'è un continuo rimpallo di informazioni con l'ambasciata italiana in Marocco. Sono disperati e se non riescono a partire entro qualche ora, rischiano di restare 'prigionieri' di un paese che domani sera chiude le frontiere".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Mille “furgoni lumaca” in autostrada contro le chiusure

  • Cronaca

    Boom di guariti nel casertano, contagi in calo

  • Cronaca

    La Procura sequestra il varco d'ingresso al Lidl

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento