rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Attualità

Coronavirus, serrata anche nei centri commerciali. Raccolta fondi per la sanità campana: Insigne tra i primi a donare soldi

Al Campania ed all'Outlet i negozi stanno scegliendo di abbassare temporaneamente le saracinesche. De Luca firma il divieto delle fiere. Più infermieri in ospedale a Caserta, Fials: "Sforzo importante"

Decine di negozi chiusi ed altri che potrebbero farlo nelle prossime ore. Anche le attività commerciali del Centro Campania e dell’Outlet ‘La Reggia’ di Marcianise stanno optando per la serrata dopo le disposizioni del presidente del consiglio dei ministri che ha disposto l’allargamento della ‘zona rossa’ in tutta Italia con la chiusura delle attività di bar e ristoranti alle ore 18 e la chiusura dei grandi supermercati il sabato e la domenica. Per questo motivo molti negozi anche nei centri commerciali di Marcianise stanno decidendo di chiudere i negozi.

Raccolta fondi per la sanità regionale. Donazione anche di Lorenzo Insigne

Una raccolta fondi per sostenere la sanità in regione Campania. L’Ente guidato dal presidente Vincenzo De Luca ha messo a disposizione un’Iban sul quale fare arrivare le donazioni per sostenere l’attuale crisi causata dal coronavirus. “In questi giorni - si legge in una nota - associazioni, imprese e cittadini, in relazione allo stato di emergenza epidemiologica da Covid-19, hanno già manifestato l'intenzione di effettuare donazioni in danaro per sostenere gli acquisti di apparecchiature e dispositivi medicali utili al potenziamento delle strutture sanitarie regionali per fronteggiare lo stato di crisi. A tal fine si comunica che chiunque volesse contribuire alla raccolta fondi potrà utilizzare il conto intestato alla Regione Campania IBAN IT38V0306903496100000046030 avendo l'accortezza di indicare la causale "COVID-19 DONAZIONE”. Tra i donatori anche il calciatore del Napoli, Lorenzo Insigne, che ha avuto un colloquio diretto con il Presidente Vincenzo De Luca. La Regione comunicherà sul proprio sito istituzionale l'ammontare aggiornato delle somme raccolte e le attrezzature ed i dispositivi medici acquistati”.

Ordinanza regionale: “Vietati tutti i mercati rionali e le fiere di ogni tipo”

Per non creare ulteriore confusione nelle varie interpretazioni, il presidente della regione Campania Vincenzo De Luca ha deciso di firmare un’ordinanza con la quale sospende tutti i mercatini rionali e le fiere di ogni tipo tipologia sul territorio campano. Un atto che permetterà di uniformare le decisioni su tutto il territorio visto che nei giorni scorsi vi erano state decisioni diverse: a San Nicola la Strada, ad esempio, lunedì si è svolta la fiera settimanale, mentre a Maddaloni si è deciso solo all’alba di martedì di non dare la possibilità di svolgerla dopo tantissime polemiche. Un’ordinanza che segue quella relativa alla consegna a domicilio delle pizzerie, fermata da De Luca dopo che il decreto del premier Giuseppe Conte aveva sospeso l’attività di ristorazione alle ore 18.

Aumentano gli infermieri in ospedale a Caserta, la Fials: “Sforzo importante dell’azienda"

“Lo stato di emergenza causato dalla rapida e pericolosa contagiosità del COVID 19, richiede da noi tutti un profondo senso di responsabilità individuale e di razionalità, che ci impone un passo indietro, rispetto ad ogni divergenza vera o presunta o divisione che potrebbero rivelarsi nocivi per la collettività”. E’ quanto affermano in una nota i rappresentanti sindacali della Fials Salvatore Stabile, Giuseppe Prata, Raffaele Zebi, Pasquale D’Angelo e Patrizia Petrella. “Consapevole della gravità del momento, la Fials intende evidenziare ed elogiare lo spirito di sacrifico e lo sforzo profuso da tutti i lavoratori del comparto dell’Aorn di Caserta che, in prima linea, si adoperano per garantire il migliore livello di assistenza possibile, applicando in maniera impeccabile il principio fondante della nostra professione: il paziente al centro dell’assistenza. L’organizzazione sindacale desidera inoltre esprimere un sincero apprezzamento, nei confronti della direzione dell’Azienda ospedaliera di Caserta che in tempi rapidissimi sta procedendo ad una inattesa quanto efficiente e capillare riorganizzazione logistica di tutto l’ospedale, offrendo lettura inequivocabile di una visione chiara del significato di emergenza, individuando la maniera migliore per affrontarla ed arginarla. Gli atti deliberativi della direzione generale, che consentiranno in tempi brevi di rafforzare la dotazione organica, attraverso l’incremento di personale infermieristico e che rappresentano un segnale significativo di sostegno al comparto, non sono passati inosservati e la Fials si impegna a sostenerli. La difficoltà del momento, il sacrificio del personale tutto e la tempestività delle azioni poste in essere per fronteggiare l’espansione del contagio, vengono unanimante riconosciute e la Fials ribadisce di essere a completa disposizione nel raggiungimento di quello che è un obiettivo comune: affrontare la fase critica e straordinaria e superare la prova di tenuta del nostro sistema sanitario e considerare nella sua specifica validità il ruolo del personale del comparto”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, serrata anche nei centri commerciali. Raccolta fondi per la sanità campana: Insigne tra i primi a donare soldi

CasertaNews è in caricamento