Attualità

Il messaggio del sindaco ai giovani: "Rispettare regole significa non far ammalare gli altri"

Marino prova ad aprire un dialogo generazionale: "Non possiamo far finta che emergenza sia finita"

Il sindaco di Caserta Carlo Marino

Aprire un dialogo generazionale con i giovani per tutelare il diritto alla salute nell'era del Covid. E' questo il pensiero del sindaco di Caserta, Carlo Marino che è intervenuto sulla gestione dell'emergenza sanitaria con particolare riferimento alle spiagge ed alla movida. 

"E’ sempre complicato parlare ai giovani. Ho sempre pensato che debbano fare da soli le proprie scelte e i loro errori possano diventare per loro esperienza per non sbagliare in futuro . Ma sul diritto alla vita e alla salute di tutti e anche di loro giovani, dobbiamo provare ad aprire un dialogo generazionale - ha dichiarato Marino - Comprendo la movida, il mare, il sole, il ballare ma dobbiamo ricordarci che siamo nell’era Covid, che questo esiste ed è in mezzo a noi. Le istituzioni hanno adottato ogni misura di sicurezza, hanno gestito al meglio la crisi pandemica e non possiamo far finta che tutto sia finito e quindi abbassare la guardia. Cari ragazzi e ragazze non siete immuni e se resisterete alla positività al Covid, non dimenticate che tornanando a casa, facilmente lo trasmetterete ai vostri genitori o ai vostri nonni, che potrebbero non avere le vostre stesse energie e non farcela e come abbiamo visto circa 35 mila sono stati i morti in Italia".

Il sindaco ha poi ricordato: "mascherina, distanziamento sociale, regole igienico-sanitarie, distanti ma uniti, questo è il minimo per essere rispettosi dei vostri diritti ma se queste regole non si rispettano, significa far ammalare gli altri. Il presente è vostro, il futuro è ancora di più vostro ma se non lo tuteliamo non ci sarà un futuro. O lo comprendiamo o non ce la faremo e quindi, proviamo a riprenderci la vita e il futuro ma rispettosi delle regole anti Covid", conclude.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il messaggio del sindaco ai giovani: "Rispettare regole significa non far ammalare gli altri"

CasertaNews è in caricamento