Giovedì, 29 Luglio 2021
Attualità

Troppe restrizioni da De Luca, i mercati non ripartono

Gli adeguamenti di stand ed aree stanno creando non pochi problemi: "Inutile riprendere se manca continuità"

I mercati

I mercati non ripartono. Le prescrizioni contenute nell'ordinanza di De Luca rendono impossibile una ripresa delle attività, sia pure solo per il settore alimentare, in tempi brevi.

Dopo il rinvio di una settimana della fiera a San Nicola la Strada (prevista per oggi) per adeguare l'area alle nuove esigenze arriva anche quello per Maddaloni. Stamattina c'è stato un vertice in Comune tra i rappresentanti dei mercatali e l'assessore alle Attività Produttive Enzo Lerro ed il comandante della polizia locale Domenico Renga. Al centro del vertice questioni organizzative come il distanziamento tra i banchi di vendita ma anche i pannelli di plexiglass da posizionare davanti agli stand alimentari (eccezion fatta per l'ortofrutta). 

"Sulle linee guida sono state trovate delle soluzioni ma è impossibile aprire in queste condizioni - fa sapere Sebastiano Bernardo, presidente provinciale Anva - Gli operatori sottolineano che manca la continuità della filiera di vendita e che i mercati, visti i tempi, non sono continuativi. In pratica un operatore che ordina merce per tutta la settimana non sa se poi può vendere o meno. Per questo abbiamo deciso di non partire ancora ma di rinviare il tutto alla prossima settimana". 

I dubbi, oltre alla fiera di Maddaloni, riguardano anche le altre aree mercato come Caserta e Santa Maria Capua Vetere. E proprio la città del Foro potrebbe essere un banco di prova: "Abbiamo un incontro con il sindaco Mirra nei prossimi giorni - conclude Bernardo - L'obiettivo è quello di fare il mercato, per il settore alimentare, domenica".  


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppe restrizioni da De Luca, i mercati non ripartono

CasertaNews è in caricamento