rotate-mobile
Attualità Castel Volturno

Insulti e spintoni fuori al Comune per il matrimonio saltato per il coronavirus | FOTO

I parenti della coppia volevano assistere alla funzione a tutti i costi

Attimi di tensione presso la casa comunale di Castel Volturno per la celebrazione di un matrimonio tra immigrati.

Nonostante la presenza del mediatore culturale che spiegava agli sposi le regole governative imposte dall'emergenza Covid-19 per la celebrazione del rito civile consentito solo se in programma pre-decreto del premier Giuseppe Conte, le ferree restrizioni non hanno attecchito per la cultura africana. I parenti degli sposi dovevano esser presenti nel giorno del fatidico ‘sì’.

A nulla sono valse le esaustive spiegazioni del mediatore circa la sola presenza del celebrante, degli sposi e dei testimoni tutti tenuti al rispetto della distanza di sicurezza di un metro. L'invito dei volontari della protezione civile castellana rivolto ai familiari degli sposi ha avuto come risposta insulti e spintoni.

Necessario l'intervento degli agenti della polizia municipale di Castel Volturno che hanno ricevuto lo stesso trattamento. Riversati in strada dinanzi le porte della casa comunale si sono poi dileguati lungo la Domiziana incuranti delle restrizioni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insulti e spintoni fuori al Comune per il matrimonio saltato per il coronavirus | FOTO

CasertaNews è in caricamento