rotate-mobile
Attualità

Coronavirus, Zinzi preoccupato per i 'fuggitivi' dal Nord: "Servono controlli tempestivi"

Il consigliere regionale pretende da De Luca chiarezza: "Il nostro sistema sanitario non può sopportare un ulteriore carico di potenziali contagi"

Negli ultimi giorni le immagini di convogli affollati in arrivo dal Nord hanno destato preoccupazione tra i cittadini e sono alla base dell’interrogazione che il consigliere regionale Gianpiero Zinzi ha indirizzato al presidente della giunta regionale, Vincenzo De Luca.

“Mentre i campani sono chiusi in casa – ha spiegato Zinzi - e tanti commercianti hanno da tempo responsabilmente abbassato le saracinesche dei loro negozi, il comportamento sconsiderato di tanti nostri concittadini mette a rischio i sacrifici di tutti noi. Nei giorni scorsi abbiamo assistito impotenti ad un massiccio esodo e ad un aumento del numero di persone in attesa di essere sottoposte a tampone presso l’ospedale Cotugno. Se non è possibile stabilire con certezza il collegamento tra i due episodi, è anche vero che il nostro sistema sanitario non può sopportare un ulteriore carico di potenziali contagi".

"Il blocco dei treni notturni attuato dal Governo risolve solo in parte questo problema - ha concluso Zinzi - Ribadendo la piena disponibilità a collaborare in questo periodo di emergenza, auspichiamo controlli tempestivi e un intervento duro anche per chi è rientrato da altri territori”.

Nel testo il consigliere interroga De Luca per conoscere “se sia stato ordinato l’obbligo al cosiddetto tampone per tutte le persone rientrate dalla Lombardia; quanti di questi si siano ad oggi autodenunciati presso i Comuni; quanti si siano sottoposti all’esame e quanti, per ciascuna provincia della Campania, siano risultati positivi al contagio dal Covid-19”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Zinzi preoccupato per i 'fuggitivi' dal Nord: "Servono controlli tempestivi"

CasertaNews è in caricamento