Mini focolaio nel casertano, l’ira di De Luca: “Ha indicato solo dopo giorni gli altri amici"

Il presidente furioso per l'aumento dei contagi per i rientri dall'estero. Ed annuncia test anche all'aeroporto di Capodichino

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca

E’ un Vincenzo De Luca a dir poco furioso per il nuovo picco di contagi che si sta verificando in Campania, che riguardano in particolare coloro che rientrato dall’estero dopo le vacanze. “Non ci sono parole per censurare comportamenti di incredibile superficialità che sono alla base dei nuovi contagi causati dai rientri da vacanze all'estero, in particolare da Malta, Grecia, Ucraina, Croazia, Spagna - afferma il presidente della Campania - La convivenza civile comporta doveri di responsabilità ineludibili, per se stessi, per le proprie famiglie e per la comunità. È intollerabile la totale indifferenza a questi doveri. Tanto più nel momento in cui vengono colpiti centinaia di concittadini al di sotto dei 35 anni e alla vigilia dell'apertura dell'anno scolastico”.

De Luca fa poi “qualche esempio concreto. Un giovane di un Comune del casertano (il riferimento è al mini focolaio di Roccamonfina, ndr) è risultato positivo dopo un viaggio in Grecia e ha indicato solo dopo alcuni giorni gli altri amici della comitiva. Risultato: 15 positivi al termine del contact tracing (16 col ragazzo in questione, ndr)”. Il governatore ha poi voluto “ringraziare le decine di dipendenti delle Asl e il personale sanitario rientrato dalle ferie per contrastare tempestivamente i possibili ulteriori casi di Covid, gli operatori della Napoli 1, dell'Istituto Zooprofilattico che hanno consentito di spegnere sul nascere il focolaio di Sant'Antonio Abate, dove è stata straordinaria la collaborazione dei cittadini e della sindaca, che ringrazio”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il presidente ha poi chiosato: “Senza senso di responsabilità tutto diventa più difficile e grave. La situazione è pienamente sotto controllo ma occorre evitare comportamenti irresponsabili e sbagliati, come ad esempio recarsi nei Pronto Soccorso degli ospedali per sottoporsi a tampone appena rientrati dall'estero, senza considerare il periodo di incubazione del virus. Siamo ovviamente impegnati a fornire i risultati dei tamponi nei tempi più rapidi possibili, tenendo conto del lavoro enorme che si sta facendo. L'impegno continua senza sosta, come è stato per l'intero mese di agosto”. Ed ha annunciato che “a breve partirà anche l'effettuazione dei tamponi per chi rientra dall'estero anche all'aeroporto di Capodichino. Ritengo doveroso infine, invitare i nostri concittadini ad evitare viaggi all'estero eventualmente già programmati”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz all'alba: 38 arresti. Fiumi di coca, marijuana ed hashish 'coperto' da vedette TUTTI I NOMI

  • Il coprifuoco di De Luca: stop agli spostamenti fra le province, attività chiuse dalle 23

  • Coprifuoco in Campania, De Luca firma l'ordinanza. Tutti a casa dopo le 23 per 20 giorni

  • Troppi contagi: "Marcianise sarà dichiarata zona rossa"

  • Nuovo record di contagi in un giorno: 321 nuovi casi e 2 morti

  • De Luca firma un'altra ordinanza dopo il DPCM di Conte: aperti solo nido e asili, Elementari e Medie con la Dad

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento