In Campania cala la percentuale di contagi. Furia De Luca: "Meglio mandare a casa questo Governo"

Il governatore: "In Regione il numero più basso di morti per Covid. Pronti ad adottare ulteriori misure restrittive e zone rosse"

Il governatore Vincenzo De Luca

Il governatore Vincenzo De Luca nel consueto appuntamento del venerdì fa il punto della situazione Covid rimandando ai vari mittenti le critiche e la "campagna di sciacallaggio" sulla sanità Campania.

Partiamo dai numeri. "Abbiamo 3900 nuovi contagi, con una percentuale di positivi del 16,5% su 25mila tamponi circa. La percentuale scende leggermente. Abbiamo 190 ricoverati in terapia intensiva su 650 posti disponibili: abbiamo il 27% dei posti occupati. Abbiamo circa 500 posti letto per i pazienti Covid. La Campania rimane la Regione con il tasso più basso di mortalità Covid non solo da febbraio fino ad oggi ma anche nel trimestre settembre-novembre". 

De Luca poi ribadisce come con il Governo "abbiamo avuto uno scontro di linea e di scelte rispetto al contagio. Noi eravamo per chiudere tutto ad ottobre: una posizione chiara non facile da assumere. Il governo ha fatto un'altra scelta, ha deciso di fare iniziative progressive, di prendere provvedimenti sminuzzati facendo la scelta della risposta proporzionale. Una scelta totalmente sbagliata perché il contagio aumenta in maniera esponenziale e non lineare. Una scelta che ci ha fatto perdere due mesi di tempo. Abbiamo avuto un'Italia divise in zone, una scelta scriteriata. Abbiamo avuto una moltiplicazione di conflitti tra i territori e le categorie economiche. Una situazione caotica. E' mancata un'iniziativa che io considero essenziale e cioè il coinvolgimento di tutte le forze di polizia e dell'esercito per il controllo del territorio". 

Il governatore della Campania ricorda come "lo scorso mese di maggio abbiamo adottato un'ordinanza con cui veniva vietata la vendita di alcolici dopo le 22 di sera. Se non avessimo fatto quell'ordinanza avremmo avuto la movida fino alle 4 del mattino. Il 12 agosto, unica regione d'Italia, abbiamo reso il tampone obbligatorio per chi veniva dall'estero. Il 23 settembre abbiamo reso obbligatorio l'uso della mascherina anche all'aperto: il Governo è arrivato come al solito con due settimane di ritardo. Il 24 settembre abbiamo riaperto l'anno scolastico dopo lo screening sul 92% del personale scolastico. Abbiamo cominciato le vaccinazioni il 1 ottobre per evitare la sovrapposizione tra influenza e Covid. Il 15 ottobre abbiamo deciso la chiusura delle scuole ricevendo polemiche ed offese dal Ministro e dal Presidente del Consiglio. Avevamo avuto un aumento di 9 volte nella popolazione scolastica: il Governo lo ha fatto un mese dopo. Abbiamo chiesto l'invio di forze dell'ordine e del doppio dei membri dell'esercito. Il 22 ottobre abbiamo fatto un'ordinanza di rigore: abbiamo deciso il divieto di spostamento fra province e la chiusura delle attività alle 23 ed il divieto della mobilità delle persone dal giorno successivo. Noi avevamo da sempre una linea di rigore ed avevamo proposto noi di chiudere tutto a ottobre. Avrebbe bloccato l'esplosione del contagio e saremmo stati più tranquilli a Natale". 

Sulla zona gialla "il governo si è nascosto dietro i numeri per non assumersi la responsabilità di chiudere tutto come avevamo chiesto ad ottobre.Da una settimana assistiamo ad una campagna di sciacallaggio contro Napoli e la Campania: non potevamo non essere zona rossa".  

De Luca ha poi sottolineato come "Abbiamo deciso ulteriori misure restrittive e zone rosse (il governatore ha fatto riferimento ad una nota inoltrata al Prefetto di Napoli nda). Andremo avanti senza guardare in faccia a nessuno. E se il Governo prende misure di rigore il mio commento è meglio tardi che mai. Servono anestesisti, infettivologi e pneumologi. In Campania abbiamo fatto un miracolo con 20mila dipendenti sanitari in meno. Siamo vicini all'obiettivo di 830 terapie intensive ma serve il personale per attivarle quando ci sarà bisogno. Dal 1 settembre al 12 novembre i decessi Covid sono aumentati di 481 unità: 6,5 decessi al giorno. In Lombardia nello stesso periodo di 2043 decessi".

Infine una stilettata contro il Governo: "ho detto a qualche esponente del Pd che se bisogna stare al governo con certi esponenti politici è meglio mandare a casa questo Governo. Invito Di Maio ad un dibattito pubblico, stesso invito lo rivolgo ad un camorrologo di professione che parla di cose di cui non capisce niente. Fatti salvi 3 o 4 ministri questo non è un Governo. Un Governo che ha prodotto il caos". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • La confessione del magistrato: "Volevo arrestare Maradona per un traffico di droga tra Caserta e Napoli"

Torna su
CasertaNews è in caricamento