Coronavirus, commercianti in ginocchio. Barresi: "Stop alle imposte comunali"

La proposta del consigliere comunale di opposizione al sindaco Luca Branco

Il consigliere comunale di opposizione Roberto Barresi

Con riferimento alle difficoltà dei commercianti e degli artigiani di Capua, che invocano da tempo misure di sostegno dell’Amministrazione comunale, al momento oggetto di varie critiche, si registra l’immediata presa di posizione dell’esponente politico civico di opposizione, Roberto Barresi, il quale ha dichiarato: “Sin dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, evidenziai i gravissimi disagi economici che ne sarebbero derivati, per i commercianti e gli artigiani di Capua, già penalizzati, trascurati e mortificati dal totale disinteresse dell’amministrazione comunale la quale, fin dal suo insediamento, ha dimostrato la propria incapacità politico amministrativa, impegnandosi inutilmente  in un linguaggio vuoto, improduttivo, parolaio, autocelebrativo, e sempre rivolto al futuro e mai al presente. Ebbi anche modo di sollecitare più volte l’adozione urgente, da parte di costoro, di provvedimenti e misure a sostegno dei commercianti ed artigiani e, ciò, in considerazione della sospensione di numerose attività produttive nel territorio, che avrebbe determinato, a danno di questri ultimi, una certa diminuzione di ogni forma di guadagno, a fronte delle spese fisse sostenute".

In particolare, "proposi e chiesi le seguenti misure di sostegno: Istituzione urgente di un fondo di solidarietà comunale, a favore dei commercianti ed artigiani, da realizzarsi con somme derivanti dalla rinuncia delle indennità politiche comunali, nonché da donazioni private (addirittura, per collaborazione, misi anche a disposizione un relativo fac simile di avviso pubblico che l’amministrazione avrebbe solo dovuto copiare); Sospensione e riduzione immediate dei tributi e dei fitti comunali, per le attività commerciali ed artigiane oggetto di chiusura e diminuzione di reddito derivante dalle disposizioni emanate in sede di emergenza Coronavirus; Istituzione urgente di un tavolo straordinario di concertazione politico amministrativa, formato dai rappresentanti di tutte le forze politiche locali ed aperto alle associazioni e categorie presenti sul territorio; Condivisione e concretizzazione, da arte dell’amministrazione comunale, di un programma serio e mirato di interventi e di agevolazioni in favore di commercianti ed artigiani, anche al fine del rilancio del commercio e delle attività produttive presenti a Capua".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ebbene – ha proseguito Barresi - dopo un mese di chiacchiere, videosermoni serali ripetitivi, inutili ed autocelebrativi, nonché videoconferenze formali quanto sostanzialmente interlocutorie tra membri dell’incapace amministrazione comunale, nulla, ma proprio nulla,  si è fatto in favore degli operatori commerciali che pur fanno parte, in maniera importante, del tessuto sociale cittadino. Ancora una volta appare indispensabile che, finalmente, l’amministrazione comunale concretizzi le invocate misure di sostegno, adesso anche sollecitate fermamente dai commercianti ed artigiani capuani a mezzo di un formale documento, che rappresenta un vero e proprio ulteriore grido di aiuto,  inoltrato all’amministrazione comunale. Dal canto mio – ha assicurato Barresi -  confermo il mio impegno convinto e la piena ed assoluta vicinanza e disponibilità, nei confronti dei commercianti ed artigiani capuani, ponendomi a loro completa disposizione, per ogni eventualità o necessità. Sappiano essi che sono e sarò sempre al loro fianco. All’amministrazione comunale, infine dico: non c’è piu’ tempo. Le proposte sono chiare e realizzabili. Esse vanno subito concretizzate. Diversamente, prenderemo atto dell’uccisione definitiva del commercio e dell’artigianato Capuano, per mano e per evidente responsabilità ed incapacità di chi deve proficuamente  assicurare il buon governo cittadino”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coprifuoco in Campania, De Luca firma l'ordinanza. Tutti a casa dopo le 23 per 20 giorni

  • Il contagio dilaga nel casertano: 4 morti e 576 nuovi casi. Positivo un tampone su 3

  • Troppi contagi: "Marcianise sarà dichiarata zona rossa"

  • De Luca firma un'altra ordinanza dopo il DPCM di Conte: aperti solo nido e asili, Elementari e Medie con la Dad

  • Coronavirus, 318 nuovi casi nel casertano: positivo il 20% dei tamponi

  • Muore un altro paziente che aveva contratto il virus nel casertano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento