menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il software ideato da due casertani

Il software ideato da due casertani

Coronavirus, a Caserta i ticket spesa si spendono con un click

Il Comune aderisce alla piattaforma "Un buono per te": il software antitruffa

Buoni spesa spendibili con un solo click a Caserta. Nasce "unbuonoperte", un software dedicato made in Caserta brevettato per la gestione dei ticket emessi dagli enti comunali. Alla piattaforma ha già aderito il Comune di Caserta

La piattaforma

L’idea, nata dalle menti di Alfredo Di Bello e Danilo Serino nasce dal bisogno di controllare che i buoni spesa che saranno erogati dai comuni in queste ore non possano subire alterazioni come clonazioni o modifiche, azioni che considerato i tempi storici di forte crisi potrebbero essere messe in atto per accaparrarsi ulteriori beni di prima necessità minando però il sistema economico finanziario degli enti e degli esercizi commerciali che si troverebbero così ad affrontare un ulteriore problema quello della truffa e quindi di un mancato incasso. La piattaforma va ad eliminare a monte questi possibili comportamenti opportunistici, gestendo in maniera integrata l’intero ciclo di emissione e incasso dei ticket.

Come funziona?

Il Comune di Caserta emetterà buoni, attraverso la piattaforma, da 20 e da 50 euro che darà ai beneficiari che potranno spenderli nei 35 punti vendita (tra cui 10 farmacie) che hanno dato la propria disponibilità ad accettarli. Ogni ticket sarà fornito di un codice univoco e, una volta presentato in pagamento, dovrà essere validato dall’esercente attraverso la piattaforma raggiungibile da PC, tablet o smartphone. Una volta effettuata la lettura del buono accettato in pagamento lo stesso si annullerà immediatamente e non potrà più essere presentato in pagamento in occasioni successive.

Così si evitano gli assembramenti

Ulteriore valore aggiunto è la possibilità di evitare assembramenti in fase di ritiro ticket. Infatti è possibile ricevere in maniera digitale il codice del buono direttamente sul proprio smartphone, evitando dunque per il comune la distribuzione pro manibus dei buoni spesa.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

social

Un grave lutto colpisce il pizzaiolo Francesco Martucci

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento