Attualità

Coronavirus, il sindaco di Caiazzo chiude gli uffici del Comune ‘non essenziali’

La disposizione fino al 3 aprile. L’opposizione: “Felici che siano state accolte anche le nostre proposte”

Il sindaco di Caiazzo Stefano Giaquinto

Chiusura al pubblico fino al 3 aprile di tutti gli uffici comunali ritenuti servizi non essenziali. E’ questa la misura adottata dal sindaco di Caiazzo Stefano Giaquinto dopo la riunione del Centro operativo comunale svoltasi mercoledì pomeriggio.

Resteranno quindi chiusi ai cittadini gli uffici Ragioneria, Tributi, Lavori Pubblici, Urbanistica, Pubblica Istruzione, Suap, “prevedendo che potranno essere evidenziate ai responsabili specifiche necessità o urgenze”. Gli uffici che sono servizi pubblici essenziali (Polizia Locale, Stato Civile, Cimitero, Elettorale, Manutenzione e Protocollo), invece, limiteranno l’attività agli atti urgenti e indifferibili e riceveranno, esclusivamente previo appuntamento, solo per esigenze indifferibili e non altrimenti superabili  con utilizzo esclusivo dei canali telematici email e PEC.

E’ stata inoltre disposto l’intervento di disinfezione di Palazzo Mazziotti e di tutti gli uffici Comunali nella giornata di Venerdì 13 marzo con inizio dalle ore 16.00; l’intervento di disinfezione di tutto il territorio Comunale con inizio nella serata di Lunedì 16 marzo dalle ore 20.00. “Possiamo farcela se tutti fanno la propria parte, ora la più importante è restare a casa” ha affermato il sindaco Giaquinto. Soddisfatti anche i i consiglieri del gruppo Caiazzo Bene Comune (Michele Ruggieri, Marilena Mone e Mauro Carmine Della Rocca).“Siamo molto soddisfatti della decisione del  Centro Operativo Comunale (C.O.C.) di accogliere le nostre richieste di procedere subito alla disinfestazione degli immobili e delle strade comunali”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il sindaco di Caiazzo chiude gli uffici del Comune ‘non essenziali’

CasertaNews è in caricamento