Coronavirus, Belvedere e biblioteca comunale chiusi fino al 3 dicembre

Il nuovo provvedimento del dirigente Biondi per l'emergenza coronavirus

Il Belvedere di San Leucio

L'emergenza coronavirus 'spazza via' anche la cultura e le bellezze del patrimonio artistico dei territori. Il dirigente del Settore Cultura del Comune di Caserta, Franco Biondi, ha disposto la chiusura al pubblico, fino al 3 dicembre, del complesso monumentale del Real Belvedere di San Leucio (con annessi Museo della Seta e casa del Tessitore), del centro dei servizi culturali Sant'Agostino (con annessi Museo d'Arte Contemporanea, biblioteca comunale "Giuseppe Tescione" ed Archivio storico comunale) ed infine della Biblioteca comunale "Alfonso Ruggiero" di via Laviano con l'Emeroteca comunale "Andrea d'Errico". Un provvedimento, questo del dirigente Biondi, in linea con quanto stabilito all'interno dell'ultimo Dpcm firmato dal premier Giuseppe Conte per contenere la diffusione del contagio da Covid-19.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • Quasi 2mila guariti nel casertano. Cala percentuale dei positivi

Torna su
CasertaNews è in caricamento