menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il presidente della Regione Vincenzo De Luca

Il presidente della Regione Vincenzo De Luca

Ritorno a scuola, De Luca ai dirigenti: “I genitori possono optare per la Dad”

Atto di indirizzo del presidente: “Presenza in aula non superiore al 50%”. E la conferma: “Plurimi casi di contagio negli istituti”

Il Covid ha iniziato a colpire l’ambiente scolastico. E’ quanto mette nero su bianco il presidente della Regione Campania nel cosiddetto “atto di richiamo” firmato oggi da Vincenzo De Luca ed indirizzato a tutti i dirigenti scolastici visto che da lunedì è previsto il ritorno a scuola degli studenti delle scuole superiori, così come disposto dal Tar Campania che, nei giorni scorsi, aveva annullato la chiusura decisa dal governatore, fissando la deadline per il rientro.

Nel documento ufficiale della Regione Campania viene rilevato un elemento emerso nel corso della riunione con l’Unità di Crisi regionale. “E’ stato rappresentato - si legge che, in concomitanza con la ripresa in presenza delle attività didattiche della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado sono stati rilevati, nella settimana scorsa ed in quella in corso, plurimi casi di contagi in ambito scolastico, anche riferiti ad intere classi, nonché diffuse situazioni di assembramento nei pressi degli istituti scolastici, pericolosi per il rischio di contagi connesso al mancato rispetto della distanza interpersonale di sicurezza”. Ed inoltre “nella medesima seduta dell’Unità di crisi è stato riferito di un trend in aumento del numero dei contagi e dei ricoveri di degenza Covid-19”.

Elementi che spingono De Luca a tenere alta l’attenzione, soprattutto in vista del rientro in classe degli studenti delle Superiori per il 1 febbraio. E che lo ha spinto ad adottare un provvedimento, indirizzato ai dirigenti scolastici, ai quali si chiede “di adottare misure di massima prudenza nella organizzazione delle attività scolastiche, assicurando in particolare che la presenza in aula delle singole classi sia disposta in misura non superiore al 50%, assicurando il collegamento on line da parte della restante platea scolastica, preferibilmente in modalità sincrona”. Inoltre che “venga consentito ai genitori degli alunni, nel rispetto della misura sopra prevista, di optare per la fruizione della didattica a distanza”. E che, “in ogni caso, venga disposta, su richiesta, la fruizione dell’attività didattica a distanza agli alunni con situazioni di fragilità del sistema immunitario, proprie ovvero di persone conviventi, o comunque sulla base di esigenze adeguatamente motivate”. De Luca chiede anche di non differenziare “l’orario di ingresso degli alunni, assicurando piuttosto il rispetto dei limiti percentuali di presenza in aula degli alunni medesimi attraverso adeguate misure di rotazione”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Attualità

Insegnante della scuola media positiva al coronavirus

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento