Contagi in aumento ed ospedali in crisi: "Assumete personale in corsia"

L'appello del presidente dell'Ordine degli Infermieri a De Luca e ai direttori delle Asl: "Apriamo gli ospedali modulari e garantiamo i livelli essenziali di assistenza ai pazienti"

Il presidente dell'Ordine degli Infermieri di Caserta, Gennaro Mona

"Se vogliamo contenere la diffusione del coronavirus bisogna assumere personale sanitario in corsia". E' l'appello lanciato dal presidente dell'Ordine degli Infermieri di Caserta, Gennaro Mona, al presidente della Regione Vincenzo De Luca e ai direttori generali delle Asl, dopo il notevole aumento dei contagi registrato in questi ultimi giorni in Campania.

La situazione Covid peggiora ogni giorno e i presidi ospedalieri e le Asl sono in affanno: tantissimi sono infatti i ritardi nella comunicazione degli esiti dei tamponi e altrettante le difficoltà nel tracciamento dei contagiati e di quelli definiti in "contatto stretto". Un ulteriore sforzo per garantire i servizi e fronteggiare al meglio l'emergenza è stato chiesto ai dipendenti del comparto sanità, soprattutto agli infermieri. Ma Gennaro Mona incalza: "Iniziamo a scorrere le graduatorie degli infermieri già in atto e rafforziamo il Servizio sanitario regionale. Vengono fatti solo i bandi di concorso per le assunzioni, passano mesi interi, ma non vengono mai espletati".

Il presidente dell'Ordine degli Infermieri di Caserta è preoccupato poi per lo stop ai ricoveri programmati e alle attività ambulatoriali distrettuali "non urgenti". "Stiamo concentrando tutte le nostre forze sul Covid tralasciando l'assistenza sanitaria di base - afferma Gennaro Mona - Oggi il cittadino che necessita di cure assistenziali quotidiane si vede costretto a provvedere da solo poichè non è possibile eseguire visite e prestazioni ordinarie. O meglio per intenderci se un cittadino si reca presso il Pronto soccorso di un'azienda o un Psaut nei presidi territoriali la procedura da adottare è prima quella del Covid e poi si pensa a risolvere l'entità del problema del cittadino che magari necessitava di semplici cure per guarire. Tutto ció non fa altro che allungare ancora di piu i tempi di attesa dei pazienti nei Pronto soccorso e negli ospedali. Apriamo gli ospedali modulari laddove costruiti e isoliamo i Covid dall’assistenza di base; garantiamo i Lea alla cittadinanza. Non è questo il momento di cercare di chi sono le eventuali responsabilità, di criticare chi non ha fatto questo o quello, adesso ci troviamo di fronte a mesi difficili e ad una maxi emergenza da affrontare, e non si può più aspettare".

Un ultimo appello Mona lo rivolge poi a tutti cittadini e soprattutto ai giovani: "C’è bisogno della collaborazione di tutti, non solo del personale sanitario che già da mesi sta affrontando la pandemia con sforzi enormi. I cittadini devono aiutarci nella prevenzione del virus con più senso di responsabilità. Indossate tutti la mascherina, rispettiamo il distanziamento ed eseguiamo il lavaggio delle mani diverse volte. Solo così supereremo quanto prima l’emergenza e potremo ritornare alle riunioni con parenti e amici".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ex carabiniere si lancia con l'auto contro la caserma: fermato

  • Oltre 900 nuovi casi e 3 vittime del Covid. Aumenta percentuale positivi

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • Morti altri 8 pazienti ricoverati col Covid: 589 nuovi positivi nel casertano

  • Quasi 2mila guariti nel casertano. Cala percentuale dei positivi

Torna su
CasertaNews è in caricamento