Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Attualità

Arrivano i banchi, la preside Serpico: "Giusto rinviare apertura scuole" | FOTO

Al 'Giordani' 1300 nuovi monoposto e 8mila mascherine. Si pensa all'entrata scaglionata degli studenti "ma servono trasporti adeguati"

Mancano poco più di due settimane alla riapertura delle scuole nell’era coronavirus e gli istituti casertani si stanno attrezzando affinché si possa ripartire quanto più in sicurezza possibile. L’incertezza sul rientro in classe è tanta e preoccupa sempre di più le famiglie degli studenti, ma non bisognerà farsi trovare impreparati. I dirigenti scolastici casertani lo sanno bene e si stanno attivando per attrezzare i propri istituti con termoscanner, banchi ‘anti Covid’, mascherine e distanziatori. È il caso dell’Itis-Ls ‘Giordani’ di Caserta, guidato dalla dirigente scolastica Antonella Serpico.

"Abbiamo acquistato, con gli oltre 110mila euro attribuitici dal decreto Rilancio, ben 1300 banchi anti Covid, termoscanner innovativi per rilevare la temperatura all’ingresso dell’istituto e una serie di distanziatori, simili a quelli presenti negli aeroporti, che utilizzeremo per creare percorsi ad hoc all’interno delle nostre strutture – ha spiegato la preside Serpico - Inoltre abbiamo comprato 100 banchi con le rotelle che metteremo nei nostri laboratori, per consentire a docenti e studenti una didattica innovativa. Per quanto riguarda invece le mascherine, ne sono arrivate ben 8mila e il rifornimento, per professori e personale Ata, sarà mensile".

"Come istituto siamo pronti per ripartire in massima sicurezza, ma sono d’accordo a rimandare l’apertura delle scuole a dopo le elezioni regionali – ha continuato Antonella Serpico, vice presidente dell’Associazione nazionale dirigenti scolastici (Andis) – sia in ottica di solidarietà nei confronti di altri istituti che a differenza nostra sono in difficoltà e soprattutto perchè alcuni plessi saranno sedi elettorali ed è ingiusto fermare le attività didattiche dopo neanche una settimana dalla riapertura".

Se al Giordani è tutto pronto per la riapertura, non mancano tuttavia difficoltà all’istituto della preside Serpico. "E’ l’organizzazione degli ingressi che più mi preoccupa – ha dichiarato Antonella Serpico a Casertanews – La mia intenzione è quella di scaglionare gli ingressi degli studenti, facendo ricorso ad orari diversi. Per fare ciò però c’è bisogno di una riorganizzazione dei trasporti, soprattutto per i tanti studenti che non provengono dal Capoluogo, che diversamente avrebbero difficoltà a raggiungere l’istituto. Su questo confido nel Comune e nella Regione, che ci dovranno dare una grossa mano".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrivano i banchi, la preside Serpico: "Giusto rinviare apertura scuole" | FOTO

CasertaNews è in caricamento