rotate-mobile
Attualità Sessa Aurunca

Emergenza Covid in carcere, lettera al ministro di un avvocato casertano

La nota di Librace a Bonafede: "Detenuti privati del diritto fondamentale alla salute"

Lettera al ministro della Giustizia Alfonso Bonafede e al garante dei detenuti della Campania Samuele Ciambriello per riaccendere i riflettori sulla questione carceri, in correlazione all'emergenza Covid. E' quella che ha scritto ed inviato l'avvocato Angelo Librace di Sessa Aurunca. 

"Io tante volte mi chiedo se sia possibile in base al combinato dell’articolo 27 della Costituzione (che prevede che le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato nda) assistere a tutto questo. Il mio auspicio è quello che vengano presi dei provvedimenti seri ed urgenti per far si che si possa parlare di pena come strumento atto alla rieducazione del condannato e non come arma di privazione dei diritti fondamentali del detenuto, soprattutto in questo periodo di emergenza sanitaria mondiale. Sono a sua disposizione per studiare proposte costruttive e soluzioni affinchè tali diritti vengano tutelati", si legge nella missiva. 

Per l’avvocato Librace "la vera prospettiva del carcere deve essere quella di rieducare il condannato e di reinserirlo nella società; tutelare la salute di ogni singolo detenuto. Solo così si può parlare di una pena intesa come fondamentale per la rieducazione del condannato. Il carcere deve servire a far sì che il detenuto, seppur privato della propria libertà personale, riesca a conservare ed a difendere quei suoi diritti fondamentali ed inviolabili. Un ruolo fondamentale lo ricoprono i familiari stretti del detenuto ed anche gli avvocati degli stessi in quanto tutti quanti non sono nient’altro che ancora di salvezza in un mare tempestoso. Il detenuto riceve il conforto attraverso i colloqui, attraverso la ricezione di corrispondenza; tutte queste cose rappresentano una speranza per il detenuto che riesce a sentirsi, anche per un breve momento, libero ed importante nella società".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza Covid in carcere, lettera al ministro di un avvocato casertano

CasertaNews è in caricamento