rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Attualità Cellole

Il sindaco blocca tutto: chiusi asili privati e vietato sostare in piazza e nei parchi

Di Leone preoccupato per l’aumento dei contagi firma una nuova ordinanza

Una nuova ordinanza per fermare l'aumento esponenziale dei contagi da coronavirus. Il sindaco di Cellole, Guido Di Leone corre ai ripari e si prepara a firmare un nuovo provvedimento. "Nelle ultime ore abbiamo riscontrato un aumento dei casi da Covid-19; molti contagiati a catena tra familiari - ha fatto sapere il primo cittadino - Negli ultimi giorni ho notato che ci sono tanti ragazzi che non portano la mascherina e non rispettano il distanziamento. Non è colpa di una singola manifestazione che ha organizzato il Comune, come qualcuno vuole far credere, tutti i Comuni limitrofi hanno organizzato un qualcosa per la collettività e per ricreare quell’aria natalizia persa. Non è la singola manifestazione, in ogni occasione e in ogni luogo può crearsi un assembramento, anche al supermercato, al bar, al mercato settimanale, o ancora di più durante le cene di Natale". Ad oggi nel comune di Cellole "abbiamo meno di 40 positivi (di cui 7 residenti ma non vivono qui)", ha spiegato il sindaco; ciononostante "corre l’obbligo di predisporre le giuste precauzioni".

Da qui la nuova ordinanza, che entrerà in vigore da mercoledì 29 dicembre fino al 9 gennaio 2022. Essa prevederà: la sospensione delle attività presso gli asili nido privati, per la tutela della salute e dell’incolumità pubblica, in attesa di specifiche disposizioni da parte dell’Asl di Caserta; la sanificazione dei locali degli asili privati; la sospensione del mercato settimanale per la sola giornata del 31 dicembre 2021, ad eccezione del settore alimentare; la sospensione di ogni attività di trattenimento ed intrattenimento presso tutti gli esercizi commerciali, somministrazione di alimenti e bevande e strutture ricettive; il divieto di stazionamento presso ville, parchi, piazze e negli spazi antistanti le attività commerciali; per i bar, il divieto di consumo di alimenti e bevande nei luoghi chiusi, salvo quanto previsto dall’ordinanza regionale n. 28/2021; l’isolamento domiciliare delle persone risultate positive ai test Covid-19. Tale isolamento si estende ai familiari o conviventi, entrati in contatto con il familiare, risultato positivo al test, come disposto dalle linee guida nazionali; il divieto di stazionamento nell’area antistante l’ufficio postale; il controllo, da parte degli esercenti, della certificazione della vaccinazione prima dell’accesso negli esercizi commerciali; la sospensione di ogni attività sportiva sia in luoghi all’aperto che al chiuso fino al 2 gennaio 2022.

Il primo cittadino di Cellole ha poi ricordato l'uso obbligatorio della mascherina e di evitare assembramenti. "Proprio per questo ho richiesto il controllo da parte delle forze di polizia, operanti sul territorio comunale, del rispetto della presente ordinanza e dell’applicazione delle relative sanzioni - ha annunciato Guido Di Leone - Ho predisposto dei controlli a tappetto, da parte dei nostri vigili urbani, chiedendo loro di sanzionare tutti i trasgressori della presente ordinanza. Chiedo a tutti di rispettare le regole, di indossare la mascherina e di vaccinarsi. Siamo ufficialmente nella quarta ondata. Supereremo anche questa".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco blocca tutto: chiusi asili privati e vietato sostare in piazza e nei parchi

CasertaNews è in caricamento