Campania, altri 170 contagi in 24 ore: “Lavoriamo per 12mila tamponi al giorno e 500 assunzioni”

De Luca fa il punto della situazione: “Dal 12 agosto fatti 100mila test e trovati 2300 positività. Finiti i rientri dalle vacanze, torneremo a monitorare il territorio”

Centomila tamponi fatti dal 12 agosto ad oggi con 2300 nuovi positivi individuati, di cui la metà grazie all’obbligo di isolamento per chi proveniva dall’estero o dalla Sardegna. Sono questi i numeri snocciolati dal presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca nel corso del suo appuntamento settimanale per far il punto sulla diffusione del Covid-19. “I contagiati di rientro dalle vacanze che abbiamo rintracciato - ha affermato - sono 1150, quasi tutti asintomatici. Oggi comincia a ridursi il contagio di chi rientra: nelle ultime 24 ore ci segnalano 170 positivi, il 40% proveniente da fuori regione. Ma comunque si inizia ad avere una riduzione, con una prevalenza di contagio territoriale che continuerà nei prossimi giorni. Il nostro prossimo obiettivo è di spostare progressivamente il personale nei territori e stiamo lavorando in queste ore per assumere altre 500 persone da impegnare per controllo e tamponi”.

Scuola, confermato il rinvio: "Non ci sono le condizioni per partire il 14"

Il governatore uscente ha spiegato che, a stretto giro, “si torneranno a fare i tamponi anche sui degenti delle Rsa, sul personale sanitario, sulle forze dell’ordine, vigili del fuoco. Questo è il piano che avevamo già predisposto e che porteremo avanti, riuscendo ad arrivare a 12mila tamponi al giorno grazie al bando che sarà pubblicato la prossima settimana per l’acquisizione di strumentazione e reagenti per il quale siano stati autorizzati dalla struttura commissariale. Questo piano ci permetterà di convivere altri 10 mesi in attesa del vaccino anti Covid”.

La Regione, inoltre, ha autorizzato i centri sanitari privati ad effettuare test e tamponi “sul personale ed i degenti” oltre che a lavorare coi privati, coi soldi che saranno rimborsati dal sistema sanitario nazionale. Il prezzo stabilito per il tampone è di 62,80 euro. “Abbiamo preso quello della Lombardia come riferimento” ha sottolineato De Luca quasi a voler anticipare le polemiche che si apriranno per questa scelta di permettere ai privati di effettuare i tamponi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Poi guardando al futuro prossimo, De Luca ha sottolineato l’importanza del vaccino anti influenzale: “Dovremo moltiplicare per due i tamponi perché quando arriva l’influenza dobbiamo essere pronti a distinguere nel giro di poche ore quale virus ha contratto il paziente visto che i sintomi sono molto simili”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinto un milione di euro nel casertano

  • Zona rossa, nuova ordinanza del sindaco: "Vietato circolare in auto ed a piedi nella zona urbana"

  • Il contagio dilaga nel casertano: 4 morti e 576 nuovi casi. Positivo un tampone su 3

  • Caserta piange altre 4 vittime ricoverate col coronavirus. Balzo dei contagi: altri 430 positivi

  • Avvocato multato per aver violato la "zona rossa"

  • De Luca firma un'altra ordinanza dopo il DPCM di Conte: aperti solo nido e asili, Elementari e Medie con la Dad

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento