Coordinatore team Covid pensa alle dimissioni: "Sono stanco ma non posso lasciare ora"

Grella rinvia la decisione al termine di un vertice con l'Asl: assistenza domiciliare e tamponi al centro dell'incontro

Il coordinatore del team Covid Vincenzo Grella

Il potenziamento della rete assistenziale domiciliare dei pazienti affetti da Covid ed un piano di riassetto per l'effettuazione dei tamponi. Dall'altro lato del piatto della bilancia pendono le dimissioni del coordinatore del team Covid di Grazzanise, Vincenzo Grella

"Sto valutando ma al momento non ci sono le dimissioni - fa sapere Grella a Casertanews - Sono coordinatore del team Covid da marzo. Sono stanco ma anche consapevole che non posso lasciare ora. Lunedì ci sarà un incontro con la direzione dell'Asl per fare il punto, dopo vedremo il da farsi". 

E all'ordine del giorno il potenziamento della rete Covid sia sul piano della prevenzione sia su quello dell'assistenza, anche (e soprattutto) per quei pazienti che vengono trattati presso le proprie abitazioni. "C'è un elevato numero di persone che necessita di un supporto clinico a domicilio - dice ancora Grella - Non sempre riusciamo a soddisfare tutte le esigenze". In tal senso la rete assistenziale verrà implementata con altri infermieri, si pensa ad almeno 25 unità.

Altro nodo l'effettuazione dei tamponi, con notevoli arretrati sia per quelli di "primo impatto", cioè i primi tamponi per verificare l'infezione da Covid, sia quelli di riscontro per accertare la guarigione. "Stiamo provando a recuperare con i drive in", conferma Grella. Insomma, si cerca di ricucire ed evitare un collasso di un sistema di monitoraggio e di cura in un momento così delicato.

"Da amministratore e da medico - fa sapere il sindaco di Mondragone Virgilio Pacifico - ritengo che oggi più che mai c'è l'esigenza di eseguire quanti più tamponi è possibile con risposte rapide, isolando gli asintomatici e ricoverando soltanto chi ne ha effettivamente bisogno. Proprio quello che il team di Grazzanise sta facendo egregiamente grazie alla guida del dottor Grella. Non è un caso - conclude Pacifico - che il consiglio comunale di Mondragone lo ha insignito, non più tardi di qualche mese fa, del titolo di "vero amico di Mondragone", per l'impegno profuso durante il periodo della zona rossa dei Palazzi Cirio.
Perciò invitiamo il dott Grella a continuare ad aiutare quelli che oggi sono i più  deboli e a non desistere dal suo lavoro quotidiano che lui vive e opera come un’autentica mission".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vince il concorso ma rinuncia al lavoro in Comune a tempo indeterminato

  • Klaus Davi fa ballare la techno al figlio di Sandokan per pubblicizzare il nuovo libro | VIDEO

  • Nel casertano un salvadanaio da 2,4 milioni di euro depositati alle Poste

  • Vincita da 10mila euro: festa in ricevitoria

  • Muore a 49 anni col virus. La rabbia del sindaco: "Smettiamola di sottovalutare la situazione"

  • Ex carabiniere si lancia con l'auto contro la caserma: fermato

Torna su
CasertaNews è in caricamento