Attualità

Il dirigente indagato firma un altro affidamento per la scuola sotto inchiesta

Biondi affida i lavori per verificare la stabilità della copertura della De Amicis

Il dirigente comunale indagato 'mette mano' alla scuola De Amicis dopo il nuovo “intervento” della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, scattato lo scorso mese di maggio a causa della “pericolosità” della struttura. Franco Biondi (colpito, insieme al sindaco di Caserta Carlo Marino, da un avviso di garanzia) ha infatti affidato, ad una ditta di Santa Maria Capua Vetere (la Labortek srl), i lavori urgenti per prove penetrometriche al legno della copertura dell'istituto di corso Giannone, che serviranno a verificarne la stabilità. L'importo per i lavori ammonta a 6000 euro e l'intervento è propedeutico al rifacimento della copertura dell'edificio. 

La scuola elementare e per l’infanzia "De Amicis", di proprietà dell’amministrazione comunale di Caserta, ha avuto, nel tempo, numerose problematiche legate ad infiltrazioni d’acqua piovana.  Nel novembre 2019 l'edificio scolastico venne sottoposto a sequestro dalla Procura a causa della sussistenza di condizioni di rischio per l'incolumità degli alunni e del personale scolastico. Dopo quasi un anno senza riscontro da parte dell'amministrazione comunale (in ordine al ripristino definitivo dell'intero tetto di copertura), la Procura della Repubblica ha emesso un successivo provvedimento (nell'ottobre 2020) di formale diffida ad effettuare, nel termine massimo di 6 mesi (con scadenza al 7 aprile 2021), il necessario intervento strutturale e definitivo dell'intero tetto di copertura al fine di evitare ulteriori progressivi fenomeni di degrado del solaio di copertura.

Un intervento, anche in questo caso, non eseguito. Tanto è vero che il 19 maggio di quest'anno, in alcune aule del primo piano, sono caduti pezzi di intonaco mettendo seriamente in pericolo l'incolumità dei bambini, oltre che la serenità dei genitori. Così è scattato il "nuovo" sequestro dei locali del primo piano della scuola, per i quali è stata revocata la facoltà d'uso, fino al definitivo ripristino dell'intero tetto di copertura. Ad oggi persistono ancora le gravi problematiche alla copertura del tetto, dunque con il nuovo provvedimento il dirigente Biondi cercherà di dare un'accelerata ai lavori, per evitare di far iniziare il nuovo anno ai piccoli studenti così come è terminato, ovvero con la turnazione delle classi anche in orario pomeridiano per sopperire alla carenza di aule.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il dirigente indagato firma un altro affidamento per la scuola sotto inchiesta

CasertaNews è in caricamento