Litorale casertano, l'Arpac frena gli allarmismi: "Il mare è pulito"

I risultati dei controlli di luglio 'smontano' gli allarmi per strani odori e colori dell'acqua

I turisti e in generale i casertani che trascorreranno il prossimo week end e le vacanze nella più note località del litorale domizio possono stare tranquilli. A dirlo è l’Arpac, che ha concluso i controlli sulla balneabilità’ delle acque marine della Regione, promuovendo il litorale casertano nonostante gli allarmi dei giorni scorsi sugli strani colori delle acque, prima verdastre e poi di uno strano marrone misto a rosso.

“Nel casertano - si legge nell’ultimo rapporto dell’Arpa del 25 luglio -  la cui costa è oggetto di particolare attenzione pubblica per episodi di alterazione dell'aspetto del mare, in termini di colorazione e presenza di schiume, Arpac non ha registrato superamenti dei valori soglia degli analiti determinanti la balneabilità, nei campionamenti effettuati di routine sull'intero litorale, confermando l'origine naturale dei fenomeni osservati”.

Nonostante quindi la preoccupazione dei bagnanti per gli strani odori e colori dell’acqua, per l’ente di controllo regionale la situazione è ok. I tecnici hanno controllato 328 punti in Campania, e anche la la situazione critica in un primo momento registrata nella provincia di Napoli sarebbe poi rientrata. “Sono rientrati nei limiti di legge il tratto di mare di Via Partenope, a Napoli, Marina di Vita Fumo a Monte di Procida, Punta Montalto, a Massa Lubrense, e l’ ex Bagno Rex a Portici, per i quali sono stati registrati “esiti favorevoli per i parametri batteriologici sulla balneabilità”, riporta la nota dell’Arpac.

“I controlli routinari programmati per il mese di luglio sono dunque conclusi, per riprendere ad agosto - commenta il dirigente della UO Mare Arpac, Lucio De Maio - ma prosegue l'attività di monitoraggio delle acque di balneazione, anche in questi giorni. Sono già in corso i prelievi supplementari per le acque ancora in divieto temporaneo di balneazione, insieme alle indagini conoscitive per individuare le cause della contaminazione riscontrata in questi tratti di costa. In caso di ulteriori criticità che dovessero emergere nelle prossime settimane, saranno effettuati tutti i rilievi e le ispezioni del caso per assicurare ai cittadini la salubrità del nostro mare”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Aggredisce i passanti, fermato dal campione di arti marziali

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

Torna su
CasertaNews è in caricamento