Il Comune premia 4 cittadini che hanno dato lustro alla città

Via libera anche a 2 debiti fuori bilancio: Lusini si è astenuto

Gennaro Caserta nel corso del consiglio comunale di Teverola

Il consiglio comunale di Teverola è tornato a riunirsi dopo il flop della convocazione pre natalizia che era stata contestata dai consiglieri del gruppo di ‘Città Fertile’ che oggi ha disertato la seduta. “Se vogliono fare opposizione la vengono a fare in Consiglio Comunale, non solo sui social - ha sottolineato il presidente del Consiglio Gennaro Caserta - Convocare una seduta comporta dei costi che ovviamente gravano sulle tasche della comunità. I teatrini e le sceneggiate non devono creare danni ai cittadini”. Gli fa eco l’assessore Pasquale Buonpane: “Complimenti al presidente che, agendo con grande esperienza,  ha dimostrato a tutti la pasta di cui sono fatti i membri di una parte della nostra opposizione. Parlano parlano, ma quando si arriva al dunque scappano”. All’ordine del giorno approvati due debiti fuori bilancio sui quali si è astenuto il consigliere di opposizione presente Biagio Lusini.

Via libera all’unanimità per le proposte di conferimento della civiche benemerenza (secondo l’apposito regolamento approvato nel 2016). “Un atto importante per far si che i cittadini che con le loro opere o loro azioni contribuiscono a dar lustro al nostro paese possano essere premiati. Senza mai guardare il colore politico”, ha sottolineato il presidente Caserta.

Onorificenze per Alberto Caputo, per aver contribuito nel campo del commercio a portare in giro per l’Italia, e in numerosi paesi esteri il nome della città di Teverola, associata alla produzione e promozione dell’Oro Bianco che viene prodotto dall’azienda Caseificio Caputo a Teverola; Emilio Paone per l’attività di sensibilizzazione portata avanti per l’abbattimento delle barriere sociali, per l’affermazione dei diritti umani, dando lustro alla nostra comunità; Armando Pirolli per aver contribuito nel campo nobile delle Lettere a portare in giro per l’Italia il nome della cittadina di Teverola, per aver dato lustro alla comunità raccontandone anche la microstoria; Giuseppe Picca, per aver portato la sua arte floreale ed il nome di Teverola in tutti i concorsi nazionali ed internazionali ai quali ha partecipato con successo, per aver creato a Teverola la scuola di arte floreale “Le mani parlano”, dando lustro alla comunità. Sabato sera è in programma la manifestazione nell'auditorium di via Campanello nel corso del quale ci sarà la consegna delle pergamene.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Doppio agguato di camorra, giallo sull'auto del commando

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Schianto tra auto e camion sulla statale: ferita 27enne | FOTO

  • Omicidio Vannini, le troupe televisive a Caserta alla ricerca di Antonio Ciontoli

  • Assalto fuori la banca, ferita una guardia giurata

  • Ragazza investita dal treno merci mentre è sui binari

Torna su
CasertaNews è in caricamento