rotate-mobile
Sabato, 26 Novembre 2022
Attualità Trentola-Ducenta

Fiera settimanale nel parcheggio del Jambo, bufera dopo l’ok in Consiglio

L’opposizione di Apicella attacca: “Criticità su vigilanza, pulizia e raccolta rifiuti”

Stamattina il consiglio comunale di Trentola Ducenta, convocato d’urgenza, ha approvato l’unico punto all’ordine del giorno e cioè il “Trasferimento temporaneo del mercato settimanale”, che da lunedì quindi si svolgerà all’interno dell’area parcheggio del centro commerciale Jambo. Il sindaco Andrea Sagliocco ha annunciato con enfasi questa novità, anche se nell’opposizione non si sono visti tanti volti sorridenti.

Il gruppo ‘Uniti per Trentola Ducenta’ composto dai consiglieri comunali Michele Apicella, Antonio Cantile e Teresa Martucci hanno deciso di ‘astenersi’ al momento del voto ed hanno giustificato così la scelta: “Il voto di astensione è motivato solo ed esclusivamente da ragioni di carattere procedurale e per l’assoluta non partecipazione alla soluzione della problematica, persistendo l’atteggiamento di mera comunicazione che la maggioranza continua a tenere nei confronti dei consiglieri di opposizione. Non a caso, nonostante siano trascorsi sei mesi dall’insediamento di questa amministrazione, ad oggi nulla si è fatto per apportare le modifiche statutarie necessarie alla formazione delle “commissioni comunali” che sono la sede naturale del confronto tra maggioranza e opposizione”.

L’opposizione guidata da Apicella è stata presente in Assise “solo ed esclusivamente per il profondo rispetto sia nei confronti degli operatori commerciali della fiera settimanale ed alle problematiche che da mesi li vedono, loro malgrado, protagonisti, sia nei confronti dei cittadini, che reclamano la ripresa della medesima fiera”.

Anche perché ‘Uniti per Trentola Ducenta’ ha sollevato determinati aspetti di criticità “emergenti dalla lettura degli atti posti a corredo del trasferimento stesso. Tali criticità, già evidenziate nel parere fornito dal Segretario Generale del Comune di Lusciano, attengono essenzialmente al servizio di vigilanza ed ordine pubblico ed alla pulizia e raccolta dei rifiuti, atteso che l’area provvisoriamente individuata per la fiera cade in territorio di Lusciano. Queste problematiche potrebbero, di fatto, determinare l’ennesima sospensione della fiera settimanale e l’ennesimo spreco di denaro pubblico perpetrato da questa amministrazione che, lo ricordiamo, ha speso circa 1800 euro per delimitare “stalli” su Via Larga che non potranno più essere utilizzati. Questa opposizione, in ogni caso, pur nella consapevolezza delle criticità esposte e dell’inesistenza di un’urgenza, legati a presunti problemi di ordine pubblico, frutto dell’immaginazione dell’amministrazione, responsabilmente ha presenziato all’adunanza odierna senza farla dichiarare illegittima”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiera settimanale nel parcheggio del Jambo, bufera dopo l’ok in Consiglio

CasertaNews è in caricamento