rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Attualità Teverola

Due consiglieri di maggioranza gettano ombre sull'esecutivo

Fattore e Buonpane critici sull'ordine del giorno e si astengono dal voto sulla revoca unilaterale della segretaria comunale. 'Città Fertile': "L'attività amministrativa fa acqua da tutte le parti"

Ieri (28 luglio) si è tenuto il consiglio comunale a Teverola. Il gruppo consiliare 'Teverola Città Fertile', composto dai consiglieri Dario Di Matteo, Maurizio Di Chiara e Lorenzo Picca, ha evidenziato una serie di criticità. Innanzitutto la presa di posizione molto critica assunta dai consiglieri comunali Pasquale Buonpane e Alfonso Fattore, i quali si sono chiesti come mai, sebbene pronti, non siano stati portati in consiglio comunale regolamenti importanti per la comunità come quello delle aree verdi. “Forse perché dovevano servire a fare da specchietto per le allodole per portare altro?”, la domanda posta da Fattore e condivisa da Buonpane. Una domanda che si configura come denuncia pubblica nei confronti della maggioranza, soprattutto se proveniente da due esponenti politici risultati tra i primi eletti della coalizione di maggioranza. La loro posizione di distacco, tra l’altro, si è palesata anche con l’astensione dal voto circa la revoca unilaterale della segretaria comunale.

"La maggioranza - evidenziano da Città Fertile - è palesemente allo sbaraglio mentre all’opposizione è evidente che da tempo ormai c’è solo il nostro gruppo. Tocca a noi e solo a noi espletare il compito di controllo di un’attività amministrativa che fa acqua da tutte le parti. L’assessore ai Lavori pubblici Biagio Pezzella ha annunciato che per la fine dell’anno inizieranno i lavori al parco pubblico ma ci chiediamo come si fa ad affermare una cosa del genere se non sono state avviate neanche le procedure di esproprio dei terreni, al momento non ancora acquisiti a patrimonio comunale. Non si possono prendere in giro i cittadini. Per non parlare delle condizioni del cimitero e dei lavori per i nuovi loculi e cappelle gentilizie che non partono mentre decine di famiglie aspettano. E’ tra l’altro deprimente che alla nostra richiesta di prevedere l’illuminazione delle aree al buio del cimitero, l’assessore Pezzella abbia risposto con una battuta di cattivo gusto: 'I defunti mica devono fare lo shopping o andare a ballare'. E non c’è poi da arrabbiarsi se si pensa che l’amministrazione non ha avuto la capacità di spendere più di 30mila euro di fondi (mandati indietro perché non utilizzati) destinati ad attività estive per i nostri bambini e ragazzi che, soprattutto dopo il periodo Covid, avrebbero potuto avere un po’ di svago e divertimento".

Inoltre i tre consiglieri di opposizione aggiungono: "L’Ente è di nuovo senza tecnico comunale. L’ingegnere Di Luise è il quinto che va via. E di nuovo cambierà il segretario comunale. Qualcosa non va. Ormai si è perso ogni decoro istituzionale e a perderci è sempre la comunità. In tutto questo, alla delicata domanda posta da Fattore e alle tante richieste di chiarimento circa i temi all’ordine del giorno, il sindaco Tommaso Barbato si è crogiolato, come sempre, in un imbarazzante e desolante silenzio. La nostra voce invece non mancherà mai, affinchè non si dica mai che i tempi sono bui perché abbiamo taciuto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due consiglieri di maggioranza gettano ombre sull'esecutivo

CasertaNews è in caricamento