menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scelto il 'D-Day' per il voto sui bilanci: ore cruciali per il futuro del Comune

Giovedì prossimo in aula per la triplice votazione, ma mancano ancora due pareri dei revisori

Mancano ancora due pareri del collegio dei revisori dei conti sui bilanci del Comune di Caserta, ma intanto è stata decisa la data del consiglio comunale che potrà segnare, in un senso o nell’altro, il futuro dell’amministrazione comunale del sindaco Carlo Marino

Il presidente del Consiglio Michele De Florio ha convocato la seduta decisiva per giovedì 19 dicembre alle ore 8,30 (in prima convocazione per il giorno prima) con all’ordine del giorno il Consuntivo 2017, il Consuntivo 2018 ed il bilancio di previsione 2019. A relazionare sulle tre delibere sarà l’assessore alle Finanze Federico Pica, ma naturalmente tutta l’attenzione sarà spostata sui consiglieri che presenzieranno in aula e sul voto che esprimeranno.

Ad oggi non sembrano esserci problemi di numeri per la maggioranza, nonostante sia ormai chiaro che almeno quattro consiglieri non voteranno (Mario Russo, Antonio Ciontoli, Gianfausto Iarrobino e Camillo Federico). 

Qualche tensione certo è presente negli altri amministratori che dovranno assumersi la responsabilità del voto sui bilanci, soprattutto dopo aver preso coscienza del ‘parere negativo’ espresso sul Consuntivo 2018 dal presidente del collegio dei revisori Giuseppe Fattopace; un parere in contrasto con quello degli altri due componenti, più nella forma che non nella sostanza, visto che anche Donato Toriello ed Antonio Tardio hanno sottolineato “l’impossibilità di attestare la completezza ed attendibilità del conto economico e dello stato patrimoniale” pur dando parere positivo alla gestione finanziaria. 

Proprio questa discrepanza e la contestuale decisione di sottoscrivere due verbali diversi, ha spinto il segretario del Comune Massi a chiedere l’intervento del prefetto Raffaele Ruberto affinché venga stilato un solo verbale sul Consuntivo 2018, mentre manca ancora all’appello quello relativo al bilancio di previsione 2019.

Diversi consiglieri comunali, in queste ore, si sono recati dai propri “uomini di fiducia” per capire quali possano essere le responsabilità che l’approvazione di bilanci siffatti possano comportare a loro (soprattutto in caso di verifica negativa da parte della Corte dei Conti, così come già avvenuto in passato) e questo ha acceso qualche ‘lampadina d’attenzione’ nella maggioranza. Senza dimenticare che, con l’amministrazione comunale di Marino che sta per entrare (di fatto) nell’ultimo anno di legislatura, il voto sul bilancio potrebbe rappresentare una delle ultime occasioni per chi vuole tentare di ‘reinventarsi’ politicamente e per chi vuole tornare nell’alveo del centrodestra.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento