Si apre una nuova crisi in maggioranza, 2 consiglieri mollano il sindaco

Riccardo: "Escluso dalla gestione amministrativa mentre ero in Terapia intensiva"

Vincenzo Riccardo e Dario Napoletano

I consiglieri comunali Vincenzo Riccardo e Dario Napoletano, capigruppo di Rinascita Litorale Domitio e SiAmo Castel Volturno, alla luce degli ultimi accadimenti che hanno interessato la vita amministrativa del Comune di Castel Volturno, prendono ufficialmente le distanze dalla attuale maggioranza consiliare. Per i due capigruppo “non ci sono più i presupposti per proseguire il cammino intrapreso con tanto entusiasmo lo scorso anno”.

La decisione arriva alla vigilia dell’ufficializzazione della nuova giunta e dopo che Giovanni Gerardo Parente ha rassegnato le proprie dimissioni da assessori nell’ottica del rimpasto che riporta la Lega nell’esecutivo. “Il sindaco - affermano i due consiglieri - con accordi “notturni” estranei alla tipica dialettica a cui dovrebbe essere improntata una squadra di governo, ha ceduto a richieste provenienti dai singoli anziché adoperarsi per garantire la stabilità del gruppo di maggioranza. Stabilità che avrebbe consentito di lavorare serenamente per l’attuazione dei punti programmatici portati avanti dai due gruppi consiliari”. 

Il consigliere Riccardo, in particolare, contesta la scelta "eticamente scorretta di vedersi escluso dalla gestione amministrativa" mentre si trovava "in terapia intensiva a seguito di un infarto. Un colpo basso dettato da logiche legate unicamente alla bramosia da parte del sindaco di continuare a tenersi stretta la poltrona”. Il consigliere Napoletano, dal canto suo, ha comunicato al sindaco “la volontà del gruppo consiliare di rifiutare la rappresentanza in giunta”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Queste le motivazioni che hanno spinto i due consiglieri a prendere le distanze dal sindaco e dalla maggioranza che “lo sostiene”.  I due consiglieri concludono, chiedendo al sindaco Luigi Petrella di non accettare le dimissioni rese dal Comandante dei Vigili Urbani Domenico De Simone “per non vanificare il brillante lavoro svolto sotto la sua gestione, e di fare immediata chiarezza sulle motivazioni sottese alla scelta del tenente”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SPECIALE REGIONALI E' ufficiale: Grimaldi eletto. Nel nuovo consiglio regionale ben 5 uscenti

  • SPECIALE MARCIANISE Abbate sfiora i 9mila voti, Velardi a contatto. Alessandro Tartaglione all11%

  • I contagi aumentano ancora. Caserta supera Aversa: è la città con più positivi

  • Terremoto a 24 ore dalle elezioni. Candidato sindaco indagato per voto di scambio: "Accuse da mitomani"

  • SPECIALE SANTA MARIA A VICO Tutti i voti e i nuovi consiglieri comunali

  • SPECIALE ELEZIONI Graziano trascina il Pd ad Aversa. De Cristofaro supera i 1900 voti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento