"Assessore venduto", 4 consiglieri sotto processo per il manifesto e le accuse sui social

Iovine era stato attaccato dopo essere passato dall'opposizione in maggioranza

L'assessore Tammaro Iovine

Il consigliere comunale Tammaro Iovine comunicò, il 10 febbraio 2018, di aver denunciato per diffamazione alcuni esponenti dell’opposizione e già in consiglio comunale annunciò che ci sarebbe stata la magistratura a fare chiarezza. La denuncia di Iovine partì da presunte diffamazioni sui social da parte del leader del gruppo ‘La Differenza’ Salvatore Ricciardi e anche attraverso un manifesto (con la scritta ‘venduto’) firmato dall’altro gruppo di minoranza ‘Noi Liternesi’ composto in quel momento da Vincenzo Della Corte, Amalia Iannone e Antonio Ciliento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La ‘colpa’ di Tammaro Iovine sarebbe stata quella di essere passato dall’opposizione in maggioranza in un momento critico per il sindaco Nicola Tamburrino (che rischiava di non aver i numeri per approvare il bilancio e quindi sarebbe potuto andare a casa). Oggi i 4 consiglieri (Ricciardi, Della Corte, Iannone e Ciliento) sono stati rinviati a giudizio presso il giudice monocratico del tribunale di Napoli Nord. I consiglieri dovranno difendersi dall’accusa di diffamazione, in quanto avrebbero offeso la reputazione di Tammaro Iovine. Al momento i consiglieri rinviati a giudizio saranno chiamati in tribunale a marzo del 2022 presso il tribunale di Napoli Nord.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio nel cuore di Caserta: uccide la mamma poi si costituisce

  • L'omicidio del corso: Rubina uccisa dal figlio a coltellate nella notte

  • Sparatoria alla Bnl, fermata la banda di rapinatori

  • Zagaria intercettato in carcere dopo aver chiesto una detenzione 'più soft' al capo del Dap

  • Cena finisce in tragedia: uccide l’amico con una coltellata al petto

  • Mamma uccisa, il coltello comprato da Eduardo pochi giorni prima

Torna su
CasertaNews è in caricamento