Giovedì, 18 Luglio 2024
Attualità Orta di Atella

"Burattini nelle mani dei partiti". L'accusa shock: in 9 si scagliano contro consigliere

Le parole pronunciate durante un consiglio comunale, documento delle 'vittime' delle parole presentato al sindaco

La maggioranza di Orta di Atella si trova ora nel bel mezzo di una crisi politica senza precedenti dopo le accuse pesanti pronunciate da Ciro Palladino di Orta al Centro contro i consiglieri di Coraggio e Fare Democratico per Orta Viva e Verde. L’accusa principale? Essere “dei burattini nelle mani dei partiti politici”. Le parole di Palladino, pronunciate durante l’ultimo consiglio comunale, hanno colpito duramente i consiglieri coinvolti, gettando l’intera maggioranza in uno stato di turbolenza. In particolare, Palladino ha preso di mira i consiglieri Nicola Russo, Anna Cirillo, Raffaella D’Ambrosio, Gennaro Colella, Nicola Margarita, Antonio Sorvillo, Tiziana Dirasco e Immacolata Liguori. Questi stessi consiglieri, insieme a Giovanna Migliore di Orta sul Serio, hanno reagito alle accuse presentando al sindaco Antonino Santillo un documento che denuncia duramente l’atteggiamento di Orta al Centro e chiede chiarezza sui vertici del partito.

Nel documento si legge: “Un consigliere comunale, che non ha partecipato a nessuna discussione sul dissesto, che ha seguito la vita politica ortese dalle bianche spiagge di Valencia, si presenta in consiglio e, delegittimando il proprio capogruppo, comincia ad etichettare 8 consiglieri comunali come ‘marionette’. Questa sua offesa, però, rivela tutta l’inconsapevolezza dello stesso consigliere comunale che, dando prova di non aver mai avuto alcuna esperienza politica e di non aver mai frequentato circoli o partiti politici, si comporta come un cane sciolto, sentendosi libero di dire e fare quello che meglio gli aggrada”.

La crisi politica si è ora concentrata su Palladino, ma il bersaglio principale sembra essere Orta al Centro e il suo leader, Andrea Villano. La domanda ora è se Villano difenderà il suo consigliere o prenderà le distanze da lui. La situazione è esplosiva e potrebbe portare a una crisi politica con conseguenze imprevedibili. Il documento presentato dai consiglieri chiede chiarezza su quale posizione Orta al Centro intenda prendere riguardo a quanto accaduto. Fino ad ora, il silenzio del gruppo politico è stato assordante, e i consiglieri cercano risposte e, forse, scuse. La situazione è delicata e potrebbe sfociare in una crisi politica che mette a rischio la stabilità della comunità di Orta. Il futuro è incerto, e il conto alla rovescia è già iniziato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Burattini nelle mani dei partiti". L'accusa shock: in 9 si scagliano contro consigliere
CasertaNews è in caricamento