Sabato, 16 Ottobre 2021
Attualità Aversa

La consigliera vince ricorso al Tar: “Infame codardo, ora ti guarderò negli occhi….”

D’Angelo aveva chiesto di sapere chi aveva pagato per affiggere il manifesto in cui veniva definita “tagliateste”

“Finalmente potrò guardare negli occhi l'infame codardo, il vigliacco privo di spina dorsale, che ha fatto affiggere questi manifesti senza avere il coraggio di firmarli”.

E’ il messaggio che la consigliera comunale Eugenia D’Angelo ha lanciato tramite social annunciando che il Tar Campania ha accolto il ricorso presentato contro la Sogert spa che dovrà dunque rendere noto chi è stato a pagare la concessione per affiggere il manifesto nel quale la consigliera veniva appellata “tagliateste”. 

Nello stesso manifesto venivano attaccati anche gli altri consiglieri Pd Paolo Santulli, Maurizio Danzi e Francesco Forleo rei di essersi messi contro l’amministrazione comunale retta da Alfonso Golia.

La sesta sezione del Tar Campania ha condannato la Sogert, concessionaria del servizio di gestione e riscossione dei diritti per le pubbliche affissioni, “a consentire alla parte ricorrente, nel termine massimo di trenta giorni dalla notificazione della sentenza, l'accesso e l'estrazione di copia dei documenti richiesti con l’istanza presentata il 10 dicembre 2020".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La consigliera vince ricorso al Tar: “Infame codardo, ora ti guarderò negli occhi….”

CasertaNews è in caricamento