rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Attualità Piedimonte Matese

Riapre l’ambulatorio di ecografia vascolare dopo la donazione di Confartigianato

Era stato chiuso per la rottura dell’unico apparecchio ecocardiografico Vivid-7

Lunedì 2 marzo si è tenuta la cerimonia per la donazione di un ecografo di ultima generazione da parte di ANCoS-Confartigianato Caserta al presidio ospedaliero di Piedimonte Matese. Alla donazione, erano presenti il dottor Luigi De Risi, primario del reparto di cardiologia, il dottor Armando Volpe, primario del reparto di medicina interna, il dottor Giuseppe Casino, primario T.I.R, il dottor Daniele Ferrucci, per la direzione sanitaria, il presidente della Camera di Commercio di Caserta Tommaso De Simone, il segretario regionale Confartigianato imprese Campania, Luca Pietroluongo, il coordinatore provinciale ANCoS Claudio Papa e il responsabile territoriale di Piedimonte Matese della Confartigianato Antonio Caso.

Il dottor Ferrucci all’inizio dell’evento ha portato i saluti del direttore sanitario Diego Colaccio, il quale non ha potuto prenderne parte perché impegnato in una riunione in direzione generale per l’emergenza che in questi giorni sta incutendo molto timore in ambito globale, il Covid-19. Il dottor De Risi, nel suo intervento ha voluto sottolineare l’importanza strategica di questa donazione poiché grazie a quest’ecografo è stata possibile la riapertura dell’ambulatorio di ecografia vascolare, il quale era stato chiuso per la rottura dell’unico apparecchio ecocardiografico Vivid-7 in dotazione della Uoc dal 2001.

Donazione ecografo ospedale Piedimonte Matese

I medici del nosocomio pedemontano hanno ribadito quanto l’affiancamento degli enti no profit possa garantire e supplire alle ristrette risorse economiche e finanziarie, di cui le Asl necessitano, soprattutto in questo periodo storico, messe altamente a dura prova. Tommaso De Simone ha messo in risalto quanto il mondo lavorativo e produttivo insieme agli altri attori della vita sociale, quali associazioni e strutture pubbliche possano dare un grande contributo alla compagine sociale.

Il segretario regionale Confartigianato, Luca Pietroluongo oltre a ringraziare i medici per le parole di stima nei confronti dell’ANCoS-Confartigianato, ricollegandosi alle parole di Tommaso De Simone, ha aggiunto come le donazioni del 5x1000, effettuate dai propri assistiti e associati, in sede di dichiarazione dei redditi abbiano dato la possibilità di acquistare l’ecografo e donarlo ad una struttura ospedaliera di “frontiera” che ne necessita fortemente.

Mai scelta fatta fu più apprezzata, considerata la necessaria riapertura dell’ambulatorio di ecografia vascolare, per sopperire alle numerose richieste del bacino dell’alto casertano. Inoltre, sia il presidente della Camera di Commercio che il segretario regionale della Confartigianato hanno ringraziato i medici e tutti gli operatori sanitari che quotidianamente, anche con scarse risorse, riescono a curare e salvare le vite umane.

Infine il primario De Risi, insieme ai suoi colleghi, presenti, sono riusciti a strappare alla Confartigianato e alla CCIAA la promessa di avere in un futuro prossimo, altri strumenti medicali al fine di garantire la salvaguardia della salute dei cittadini dell’area di Piedimonte Matese. La Confartigianato imprese, presente su tutto il territorio nazionale, da sempre è vicina alle persone, alle imprese, ai loro valori, ai loro diritti e alle loro aspettative. ANCoS, in particolare, è una delle quattro reti nazionali che affiancano la persona non solo nell’organizzazione e nella valorizzazione delle attività legate al tempo libero ma anche dal punto di vista socio-assistenziale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riapre l’ambulatorio di ecografia vascolare dopo la donazione di Confartigianato

CasertaNews è in caricamento