menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un casertano sul podio per la migliore colomba di Pasqua

Secondo posto nella finale di ‘Divina Colomba’ per Luigi Conte di Carinaro

Sono di Visciano (Napoli) e Montaquila (Isernia) le migliori colombe artigianali d’Italia premiate lunedì 11 marzo 2019 in occasione della finale di “Divina Colomba”, contest organizzato da Goloasi.it ospitato da Levante Prof, la fiera internazionale che punta l’attenzione sul made in Italy tecnologico e agroalimentare presso la Fiera del Levante di Bari.

Podio tutto campano per la colomba classica. Ad aggiudicarsi la vittoria nella categoria “Miglior colomba tradizionale” è stato, infatti, Giuseppe Mascolo della Pasticceria Mascolo (Visciano – NA), seguito al secondo posto da Luigi Conte di Conte Pasticceria (Carinaro) e al terzo da Vincenzo Baiano e Gianluca Cecere del Caffè Baiano (Marano di Napoli – NA).

Ad essere giudicata “Miglior colomba creativa”, invece, quella di Mattia Ricci – Fornai Ricci (Montaquila – IS), seguito da Stefano Lorenzoni – Arte Dolce (Monte San Savino – AR) al secondo posto e Francesco Borioli – Infermentum (Stallavena – VR) al terzo.

A definire la classifica attraverso gli assaggi alla cieca è stata la giuria tecnica della prima edizione di “Divina Colomba”, guidata dal presidente di giuria Carmen Vecchione (maestra lievitista e pasticciera), che insieme a Eustachio Sapone (vincitore della prima edizione di Mastro Panettone), Giuseppe Mancini (docente Richemont Club Italia), Marco Picetti (maestro lievitista e tecnologo di Molino Merano) e Giuseppe Russi (campione del mondo di pasticceria con la FIP), ha avuto il compito non facile di giudicare le migliori fra le 28 colombe finaliste (14 per categoria).

Anche il pubblico presente ha potuto apprezzare la qualità delle colombe in finale grazie agli assaggi distribuiti nel corso della fase di degustazione del concorso, tutti prodotti artigianali realizzati nel rispetto del disciplinare (Decreto 22 luglio 2005 Disciplina della produzione e della vendita di taluni prodotti dolciari da forno. GU n. 177 del 1-8-2005) e del regolamento del contest, che prevede l’utilizzo esclusivamente di lievito madre e canditi senza anidride solforosa e proibisce l’uso di conservanti, emulsionanti, mono e di gliceridi, oltre a coloranti o aromi artifi­ciali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento