Attualità Santa Maria Capua Vetere

Design ispirato ai reperti del Museo archeologico, l'Ordine degli Architetti indice il concorso

L’acquisizione dei progetti partecipanti alla prima fase di selezione dovrà avvenire entro e non oltre il 18 maggio 2021

Una selezione di proposte progettuali di design ispirate agli oggetti della quotidianità dell’antica Capua: è questo Capuae Instrumenta Design 2021, il concorso nazionale che l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Caserta, presieduto da Raffaele Cecoro, ha indetto insieme alla Direzione Regionale dei Musei della Campania.

L’obiettivo del concorso, il cui slogan è “L’altra faccia del design!”, è la promozione del patrimonio archeologico dell’antica Capua e la selezione di proposte progettuali di design contemporaneo, ispirate agli oggetti della quotidianità dell’antica Capua. L’autore potrà ispirarsi ai reperti esposti al Museo, che si riferiscono ad un’ampia fascia cronologica compresa dall’età preistorica a quella romana. Le proposte dovranno prevedere l’utilizzo dei materiali originari e potranno avere attinenza ideale oppure formale con gli oggetti della collezione museale.

Il concorso è articolato in quattro fasi: pubblicazione, selezione, prototipazione dei progetti selezionati ed esposizione finale dei progetti. I progetti selezionati alla terza fase (prototipazione), potranno essere autoprodotti o prodotti dalle aziende che si sono rese disponibili a collaborare, in questa fase con l’Ordine degli Architetti. La giuria, costituita ad hoc per il concorso, delibererà il vincitore e attribuirà fino a tre menzioni speciali. Per il vincitore è previsto un rimborso spesa di 1000 euro. I prototipi degli oggetti finalisti saranno esposti nel corso di una mostra appositamente allestita nelle sale del Museo archeologico dell’antica Capua, sito a Santa Maria Capua Vetere.

Le aziende aderenti al concorso, avranno la possibilità di promuovere la propria attività e i propri materiali in un apposito spazio allestito all’interno della mostra. Possono partecipare architetti, ingegneri, archeologi, storici dell’arte, artisti, designers e professionisti in possesso di laurea triennale o specialistica (Università/Istituti pubblici o privati) in Architettura, Ingegneria, Design per la Moda, Comunicazione Visiva o Disegno Industriale, Accademie di Belle Arti, Archeologia e Storia dell’Arte. L’acquisizione dei progetti partecipanti alla prima fase di selezione dovrà avvenire entro e non oltre il 18 maggio 2021.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Design ispirato ai reperti del Museo archeologico, l'Ordine degli Architetti indice il concorso

CasertaNews è in caricamento