rotate-mobile
Attualità Frignano

Comune e Consorzio idrico 'trascinati' in tribunale: "50mila euro di risarcimento"

Due cittadini lamentano di aver subito dei 'danni' e vogliono giustizia davanti al giudice

Era il 6 luglio 2020 quando l’avvocato Gennaro Grassia, in rappresentanza dei propri clienti (due cittadini di Frignano) portò in tribunale il Consorzio Idrico Terra di Lavoro e il Comune di Frignano per presunti danni subiti dai cittadini. Lo scorso 2 marzo 2022 l’avvocato notificava quindi ricorso per accertamento sommario di cognizione per la comparizione delle parti all’udienza del prossimo 28 giugno 2022 al fine di accertare e dichiarare che “il danno subito dai ricorrenti è riconducibile ad un comportamento colposo del Consorzio Idrico Terra di Lavoro e del Comune di Frignano in persona dei loro rispettivi legali rappresentanti”.

Chiesto un risarcimento davvero importante, 43351.90 euro, ai quali poi bisogna aggiungere anche l’Iva e oneri fiscali ma nei limiti di 52mila euro. Chiaramente il Comune si è costituito in giudizio ed ha nominato l’avvocato Giovanni Di Mauro che “è a conoscenza dell’intero iter procedurale della causa, avendo già comunicato l’avvenuta definizione del primo grado del procedimento”. L’Ente per il procedimento ha impegno 1700 euro che saranno elargiti al legale. Bisognerà quindi attendere fino all’udienza di fine giugno per capire chi abbia ragione in questa vertenza che si porta avanti da 2 anni. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune e Consorzio idrico 'trascinati' in tribunale: "50mila euro di risarcimento"

CasertaNews è in caricamento