Venerdì, 14 Maggio 2021
Attualità

Salta (per ora) la commissione di controllo sui dirigenti, tensione ed urla in Consiglio

La delibera viene ritirata. “Proviamo a trovare una soluzione comune”

I consiglieri comunali di opposizione a Caserta

E’ stata la commissione speciale di controllo sul lavoro dei dirigenti comunali è stata al centro della discussione del consiglio comunale a Caserta, ripreso dopo la pausa pranzo. Ed ha acceso immediatamente gli animi. La proposta di delibera presentata dalla consigliera comunale Emilianna Credentino e sostenuta dall’ex candidato sindaco Riccardo Ventre, è stata criticata dalla consigliera di Speranza per Caserta Norma Naim che ha parlato di “carenze nella delibera” che non la renderebbero chiara, sottolineando come il documento non sia stato condiviso da tutta l’opposizione. “Noi dobbiamo riappropriarci del nostro ruolo nei confronti dei dirigenti” ha sostenuto Nicola Garofalo dai banchi dell’opposizione. “Il mio intento - ha ribattuto la consigliera Credentino - era quello di trovare un sostegno allargato alla delibera che chiediamo di approvare, per riuscire a portare a casa un risultato che potrebbe tornare utile per il lavoro dei consiglieri comunali ed anche per dare una risposta ai cittadini. Se avessi voluto fare un’azione politica, avrei messo il simbolo del movimento che rappresento, ma non era a quello che miravo”. 

Dalla maggioranza si è levata la voce del consigliere comunale Gianluca Iannucci: “Da questi banchi ci può essere l’apertura ad una commissione speciale sugli atti amministrativi, ma questa delibera, così com’è, non può essere accettata. Se la molla che ha fatto scattare questa richiesta è, come ho sentito dire, contestuale al terremoto che si è vissuto a fine 2018 in Comune (le perquisizioni negli uffici nell’ambito di un’inchiesta della Dda sull’appalto dei rifiuti, nda) allora da questa parte troverà un muro. Se invece lei ritira questa delibera e domattina i capigruppo si mettono insieme per fare una cosa condivisa da tutti, compreso Speranza per Caserta, siamo tutti d’accordo a lavorare sull’istituzione”.

Una 'minima' apertura è arrivata anche dal capogruppo Pd Andrea Boccagna, che però ha sottolineato: “Noi siamo contrari all’istituzione di commissioni speciali, ma siamo disponibili ad aprire un dialogo. Invito la Credentino ad una riflessione ed evitare il muro contro muro oggi in consiglio comunale”.

Dai banchi dell’opposizione, Enzo Bove ha ribattuto: “Abbiamo ritardi enormi nella richiesta della documentazione nelle commissioni e non possiamo far finta che non sia così. Oggi c’è una mancanza di chiarezza all’interno dell’amministrazione, che ci serverà per produrre e per proporre nuove azioni”. Al termine di una discussione molto accesa (con accuse, minacce di querela e lunghi faccia a faccia che hanno visto protagonisti Naim, Ventre, Iannucci e Mariano) che hanno raggiunto toni ‘ben oltre la soglia limite’ attesa, la consigliera Credentino (a nome di tutti i firmatari) accoglie la richiesta avanzata di rinviare la discussione al prossimo consiglio comunale “per aprire una consultazione con tutti i gruppi consiliari per trovare una soluzione condivisa”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salta (per ora) la commissione di controllo sui dirigenti, tensione ed urla in Consiglio

CasertaNews è in caricamento