rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
0 °
Attualità

Vertice in Regione per la bonifica della falda dell'area Lo Uttaro

Convocata la conferenza dei servizi per l'analisi del progetto. Commissione Ecomafie a Caserta per accelerare sui tempi

Avviato l'iter per la bonifica della falda acquifera sotto l'area vasta di Lo Uttaro. 

E' stata convocata per il 20 dicembre una conferenza dei servizi per l'analisi del progetto di fattibilità tecnica con cui si andranno ad individuare gli indirizzi da sviluppare nel progetto definitivo. Un altro tassello, dunque, verso la riqualificazione dell'area già destinataria di risorse per 6,5 milioni per la realizzazione del "capping", un cappello impermeabile che non permetterà alla pioggia di attraversare i rifiuti e portare in falda elementi inquinanti attraverso il percolato. La bonifica è frutto di un accordo sottoscritto il 30 novembre del 2021 tra l'allora ministro dell'Ambiente del governo Conte 2, Sergio Costa, e la Regione. Un'azione in linea con il lavoro profuso dall'assessore Mucherino sin dal suo insediamento nell'esecutivo del Capoluogo. 

Intanto, nella giornata di giovedì, la commissione Ecomafie ha fatto tappa all'area di 'Lo Uttaro', ampia circa 196 ettari e 408 particelle catastali, come si legge nella relazione di Arpac, distribuite tra quattro comuni del casertano. Area storicamente interessata dalla presenza di diversi insediamenti industriali dismessi associati alla presenza di cave e discariche colmate di rifiuti. Nell’area sono stati riscontrati inquinanti organici nella parte più superficiale dei terreni e sforamenti di alcuni inquinanti in pozzi presenti nei terreni agricoli.

Molto interessati alla rappresentazione di un progetto di bonifica del sito i commissari presenti, oltre al presidente Morrone, gli onorevoli Gerolamo Cangiano, Carmela Auriemma, Eliana Longi, Francesco Maria Rubano, Francesco Emilio Borrelli e il senatore Pietro Lorefice, che hanno incontrato informalmente anche alcuni residenti. L’impegno della Commissione è quella di favorire e farsi promotrice di un confronto tra Comune, Provincia, Regione, Arpac e Sogesid (società in house del MASE e del MIT) per superare in tempi brevi una serie di problemi tecnici non sostanziali che rischiano di rallentare l’iter del progetto di bonifica che, a parere dei commissari, deve invece prendere avvio senza ulteriori intralci.

commissione ecomafie lo uttaro

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vertice in Regione per la bonifica della falda dell'area Lo Uttaro

CasertaNews è in caricamento