Attualità Castel Volturno

Una commissione 'speciale' per snellire la burocrazia e non perdere finanziamenti

Marrandino firma la nomina dei tre componenti dell'organismo: "Velocizziamo rilancio del territorio"

Pasquale Marrandino

Castel Volturno avrà una Commissione Istruttoria in Materia di Incidenza. Addio alle lungaggini burocratiche ed allo spettro della perdita dei fondi regionali. Il sindaco facente funzioni Pasquale Marrandino ha firmato il decreto di nomina dei tre membri che comporranno l'organismo.

Si tratta di tre agronomi: il sammaritano Francesco Ciarmiello che presiederà la commissione, il cellolese Franco Sorgente ed il giuglianese Domenico De Luca come membri. Una scelta resasi necessaria al fine di snellire le procedure tecniche amministrative, con la commissione che si occuperà della valutazione di incidenza, previa dovuta autorizzazione da parte della Regione Campania, onde evitare la perdita di alcuni finanziamenti.

"È una grande soddisfazione aver apposto la mia firma su questo decreto di nomina proprio nell'ottica del fondamentale rilancio territoriale - spiega un entusiasta vicesindaco Marrandino - grazie a questa commissione potranno esser dati speciali poteri ai Comuni per velocizzare gli iter burocratici interminabili il più delle volte e dispersivi per la realizzazione di opere in zone protette e sottoposte a vincoli comunitari. Semplificando, grazie a questa commissione si bypasseranno i tempi biblici nell'acquisizione di pareri o rilascio di nulla osta da parte della Regione Campania. Un grande e condisiderevole passo avanti non privo di grande responsabilità".

Il Comune di Castel Volturno ha in corso la programmazione, progettazione e realizzazione di diversi interventi alcuni dei quali già oggetto di acquisizione di contributi regionali e ministeriali per opere ricadenti in aree sensibili che proprio a causa della tardiva acquisizione/rilascio di pareri e nulla osta ne hanno minato la concreta realizzazione. "Interventi come la riqualificazione della Pineta, la Scogliera di Destra Volturno e Bagnara, il Lungomare della località Pinetamare e tantissime altre opere in programma finalmente potranno vedere la luce - sottolinea il sindaco castellano facente funzioni - opere che sono state lasciate lì al palo dell'incertezza a causa dei rallentamenti burocratici. Il mio augurio è che Castel Volturno non sia piena solo di opere pubbliche ma che anche gli investitori privati finora scoraggiati dai tanti cavilli della burocrazia campana abbiano una nuova verve e guardino a Castel Volturno come una loro scelta possibile. Il nostro territorio non è solo un crogiolo di vincoli ambientali, naturalistici e d amministrativi ma un potenziale a cui dare piena fiducia nel nuovo che avanza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una commissione 'speciale' per snellire la burocrazia e non perdere finanziamenti

CasertaNews è in caricamento