Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Attualità

Dipendenti della Clp contagiati, il sindacato: "L'azienda non rispetta le norme anti Covid"

La denuncia dell'Usb che ha presentato una richiesta di accesso agli atti

Mancato rispetto delle norme di sicurezza nei luoghi di lavoro, incluse quelle legate all'emergenza coronavirus. E' quanto denunciato dall'Unione sindacale di base, che ha segnalato l'aumento dei contagi da Covid-19 tra i dipendenti della Clp, l'azienda che gestisce il trasporto pubblico che opera principalmente nel bacino provinciale di Caserta. L'organizzazione sindacale ha presentato all'azienda una richiesta di accesso agli atti per visionare il documento di valutazione dei rischi e il piano specifico che identifichi le procedure da applicare e la periodicità delle attività di pulizia e sanificazione.

L'Usb ha chiesto di far luce "sul concreto avvio dei test sierologici rapidi, a seguito dell’avvenuta distribuzione del materiale da parte della Regione Campania, per effettuare lo screening periodico, su base volontaria, a tutto il personale dipendente; sul potenziamento delle attività di pulizia e sanificazione degli ambienti e delle attrezzature di lavoro, in particolare ad ogni fine turno (cambio postazione) per singola categoria di lavoratori; sulla misurazione della temperatura corporea dei dipendenti prima di entrare in azienda, nelle rimesse (autobus-funicolari e treni) e presso i capolinea e stazioni", si legge nella lettera inviata alla Clp.

"Il protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto ed il contenimento della diffusione del Covid-19 negli ambienti di lavoro sottoscritto il 24 aprile su invito del presidente del Consiglio dei ministri, tra le linee guida condivise tra le parti per agevolare le imprese nell’adozione di protocolli di sicurezza, in materia di pulizia e sanificazione in azienda prevede l’obbligo a carico dell’azienda di assicurare la pulizia giornaliera e la sanificazione periodica dei locali, degli ambienti, delle postazioni di lavoro e delle aree comuni e di svago e che espressamente individua quale misura necessaria l’obbligo di garantire la pulizia a fine turno e la sanificazione - spiega l'Usb nella lettera - Con l'ordinanza numero 93 del 28 novembre 2020 sono state approvate le nuove linee guida sulle misure di sicurezza precauzionali relative alle attività di trasposto pubblico locale di linea e non di linea; esse impongono ad ogni azienda di adottare modalità organizzative ed opportune strategie di prevenzione, monitoraggio, informazione e formazione. In particolare si stabilisce che i datori di lavoro dovranno predisporre una apposita appendice al documento di valutazione dei rischi, nella quale sono evidenziate le misure adottate dal punto di vista tecnico, organizzativo e procedurale, in attuazione delle indicazioni, nazionali, regionali e locali".

"Le linee guida prevedono anche che le aziende dovranno predisporre un piano specifico nel DVR che identifichi le procedure da applicare e la periodicità con cui effettuare la pulizia e la sanificazione periodica dei luoghi di lavoro con specifica indicazione del soggetto addetto alle attività di pulizia, della scelta dei prodotti da utilizzare e delle modalità di smaltimento dei rifiuti", aggiunge il sindacato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dipendenti della Clp contagiati, il sindacato: "L'azienda non rispetta le norme anti Covid"

CasertaNews è in caricamento